OSPITI
 
Napoli 14.12.15
 

Un ringraziamento speciale va a tutti voi che avete compreso il nostro dolore e avete permesso che i nostri familiari ci siano vicini, qui in questo rifugio che è stato per noi una casa con dentro tanti fratelli, con i quali abbiamo condiviso 23 giorni di gioie e aimè dolori.

Il nostro Giuseppe ha lottato ma alla fine non è stato possibile riportarcelo a casa vivo.

Non aggiungo altro.

Già è difficile di per sé.

Con affetto e stima.

Valeria P. – Domenico G. Elena G. e il nostro Angioletto Giuseppe G. – Isola Capo Rizzuto (KR)

 
 
20 Novembre 2015
 

Il nostro calvario è iniziato 12 anni fa con l’errore di un chirurgo ai danni di nostra figlia Patrizia, a cui sono susseguiti numerosi ricoveri in vari centri specializzati in Italia, con scarsi risultati: Qui al Monaldi abbiamo trovato la strada per aiutare concretamente nostra figlia.

Lontani da casa con tutte le difficoltà che può comportare un’angoscia così persistente.. e finalmente veniamo a conoscenza di un progetto di accoglienza peri familiari all’interno del parco dell’ospedale.

Care persone che a loro volta hanno dovuto affrontare dolore sofferenza.. che hanno messo il loro grande amore e le loro risorse a disposizione una “speciale casetta di accoglienza” per i familiari dei malati ricoverati.

In questa casa accoglienza oltre all’aiuto materiale si riceve un importante aiuto psicologico e morale, condividendo la propria sofferenza con quella delle altre persone ospitate, e tutto ciò rende più sopportale le avversità reciproche.

Grazie di cuore alla vostra preziosa ospitalità.

Patrizio V. e Domenica N. da Pisa
 
 
11 Novembre 2015
 

Ho pensato per lungo tempo, una vola andata via da qui, cosa avrei scritto su questo libro speciale. Dopo quasi tre mesi, la parola casa non è più una semplice parola… è qualcosa di più. Perché solo quando nella via tutto non è più scontato, ci si rende conto di ciò che si ha.

Sono stati i tre mesi più lunghi della nostra vita. Io e mio marito siamo arrivati di notte… seguendo un’ambulanza con a bordo il nostro piccolo Christian.

I dottori qui al Monaldi sono stati speciali.. Il nostro piccolo oggi sta bene e adesso è pronto ad affrontare la sua vita.

Quando si arriva qui, i primi giorni è tutto così confuso… si piange tanto… poi però ci si rende conto che con l’aiuto di persone speciali tutto può diventare più semplice. La casetta è uno di quei posti dove puoi incontrare queste persone. La solidarietà che nasce tra gli abitanti di questa casa non p0uò essere descritta ma solo vissuta e portata nel cuore per sempre.

Alle persone che passeranno di qui e leggeranno questo libro voglio dire SIATE FORTI, LA LUCE IN FONDO AL TUNNEL C’E! I medici qui sono speciali e siete in buone mani, pregate tanto e non perdete mai la speranza.

Al presidente invece, voglio dire sicuramente  GRAZIE, ma soprattutto di non perdere mai questa VOGLIA DI FARE che gli appartiene. Continuate a mettere in pratica le vostre idee, perche sono le persone come voi che cambiano il mondo. Continuate a diffondere la vostra passione per le cose SANE… VERE… non vi abbattete quando trovate difficoltà nel vostro cammino perché le cose belle arriano sempre e questa casa ne è la dimostrazione.

Un augurio e tutte le volontarie di ogni bene e un grande IN BOCCA AL LUPO a chi passerà di qui…

Sinceramente GRAZIE

Paolo A. – Lucia L. e il piccolo Christian – Trebisacce (CS)

 
 

Un ringraziamento di cuore per l’Associazione e per chi la dirige, la case di accoglienza ci è stata davvero utile, ci ha semplificato la giornata in un periodo molto preoccupante per la nostra piccola SORAYA… Grazie non vi dimenticheremo mai.

Alessandro A. – Maria R.- Soraya

 
 
22-10-2015
 

In un momento della tua vita così tragico, in cui sembra che il mondo ti stia cadendo addosso, in cui tutte le tue certezze diventano dubbi, l’unica forza ti viene dalla condivisione con gli amici della casetta di momenti di toutine che in condizioni normali, a casa propria neppure apprezzi (guardarla TV, scambiare due chiacchiere, sedersi a tavola).

Quando apri la porta della casetta respiri un’aria familiare, c’è qualcuno che ti chiede come va, a cui chiedi come va, che come te ha una disperazione impressa sul viso.

Grazie a presidente e volontarie questa realtà esiste, e grazie anche a tutti gli ospiti, rimarrà nel cuore di ognuno di noi per sempre, anche quando, tornati alla realtà, la routine tornerà a pesarci.

Grazie a tutti voi.

Annamaria C. – Vico Equense –

VI VOGLIO BENE!!!

 
 

Un giorno quindi potremmo davvero raccontare una bella favola a nostro figlio, forse la storia più bella e commovente al mondo, ovvero quella che parla dell’amore vero, delle amicizie sincere e del bene più profondo che si possa provare nella propria vita.

Grazie a tutti e buona fortuna a chiunque abbia l’onore ed il privilegio di passare per questa casetta, con l’augurio che possa trovarele medesime circostanze che abbiamo trovato noi, in maniera tale da poter raggiungere il nostro steso epilogo nel più dolce e speciale dei modi.

Carmine P. – Isabella F. ed il piccolo Mattia –Battipaglia (SA)

 
 
20-10-2015
 

“C’ERA UNA VOLTA UNA CASETTA IN MEZZO AL BOSCO…..”

Potrebbe essere questo l’inizio di una fiaba per bambini, e in effetti se si pensa che tutte le favole hanno un lieto fine, questa per noi è stata davvero la dolce casetta dei racconti per i più piccoli, dove abbiamo trovato lo spavento e la sofferenza dei primi giorni, il conforto ed il dolore delle settimane successive, grazie soprattutto alle meravigliose persone conosciute in questa esperienza, per poi arrivare in fine all’epilogo più bello e dolce di tutti, cioè quello di poter tornare a casa con il nostro dolce angioletto “miracolato”.

Dopo il lungo e doloroso calvario iniziale, senza sapere “di cosa si sarebbe parlato il giorno dopo”, siamo riusciti a trovare la forza di affrontare ogni giorno a venire con l’aiuto di tante belle persone ma soprattutto grazie a due ragazzi meravigliosi, arrivati a noi come angeli custodi scesi dal cielo, hanno illuminato il nostro cammino, guidandoci sempre a percorrere la giusta strada, senza di loro siamo sicuri nel poter dire che non ce l’avremmo fatta a superare tutti gli ostacoli e le difficoltà che si interponevano fra noi e la famosa luce in fondo al tunnel; quindi un doveroso, sentito grazie dal profondo del nostro cuore va sicuramente e chi ci ha ospitati con estrema cortesia e gentilezza, ma in particolar modo alle persone speciali che abbiamo incontrato che hanno reso più dolce e sopportabile questa nostra permanenza, riuscendo il più delle volte a farci dimenticare che eravamo qui per brutti motivi e che anzi rendevano le giornate piacevoli e gioiose come se si fosse fra le mura domestiche.

Senza firma
 
 
18-10-2015

Volevo ringraziare davvero tutto per come siamo stati accolti nella casetta, il presidente, le volontarie e i nostro giovani amici cha abbiamo trovato e ci hanno confortato. Volevo augurargli che tutti i suoi dispiaceri diventassero gioie, i suoi desideri pieni di amore e felicità per tutta la vita (dal primo all’ultimo).

Proprio non ci sono parole. Grazie Grazie Grazie. Il Signore vi benedica.

Michelina L. – mio figlio Francesco L.B. – Lauria (PZ)

 
 

A voi tutti un grazie di cuore per l’affetto datoci in questi giorni pur se pochi ma intensi giorni. Da noi l’augurio di futuro sereno e gioioso con i vostri cari, qui in degenza, e a loro va il nostro augurio di presta guarigione…

Un abbraccio a tutti

Antimo e Morena
 
 

Grazie a tutti per il gentile pensiero…

Il bene che ogni giorno fate a noi, regalandoci un sorriso sincero, siamo sicuri arriva anche ai vostri cari… alle persone che amate di più e per cui preghiamo ogni giorno.. perché il BENE CHIAMA BENE….

Paolo – Lucia e Christian
 
 
24-9-2015
 

In questi giorni ho ricevuto una calorosa accoglienza, vi ringrazio infinitamente.

Chiara C. - Caserta
 
 

 Napoli 24.9.2015

 

Finalmente dopo 3 lunghi mesi, torno a casa mai, ma tu cara casetta sei stata il mio rifugio, sono arrivata disperata e senza speranze, mio marito stava perdendo la vita, sono stata accolta con un sorriso e a braccia aperte da tutte le volontarie, persone eccezionali, sanno donare un sorriso, una speranza w sono sempre pronte a tenderti una mano. Ricordo con piacere i miei compagni di sventura, insieme abbiamo condiviso i tanti dolori e le poche gioie. Ognuno di loro mi ha arricchito, siamo diventati una famiglia. Ad ognuno di loro auguro ogni bene. U augurio particolare ad Angela e Francesco e la piccola Grazia. Auguro loro di cuore di tornare presto a casa e di vivere con serenità la loro vita, Ringraziando Dio e i medici a noi le cose sono andate abbastanza bene, anche se la strada è ancora lunga e faticosa. Un ultimo pensiero va al caro presidente Nello Ronga che con tanta tenacia ha voluto tutto questo : “Carissimo sig. Nello Lei è una persona straordinaria, ricca di buoni sentimenti, ha trasformato il suo dolore in amore per chi soffre – il Signore La benedica per tutto quello che ha fatto e continuerà a fare- Sicuramente sua mogli di lassù sarà orgogliosa di lei- Non ci sono parole per ringraziarla, le auguro di cuore che il signore la benedica, la protegga e cammini sempre al suo fianco, donandole la serenità che merita.

Con infinito affetto e stima.

Carmela S. e Antonio A. – Eboli (SA)
 
1.9.2015
 

All’Associazione Maria Rosaria Sifo Ronga ONLUS con gratitudine e riconoscenza.

Francesco R. Angela D.M. e la piccola Grazia

(Dedica di un quadro fatto da Francesco)

 
 
20.8.2015
 

Grazie a questa casetta ai fondatori che mi ha sostenuta grazie perché incontri persone come me con tanti problemi è una fortuna conoscere questi volontari nel momento di bisogno equivale a non sentirti sola di non perdere la voglia di superare, affrontare, lottare.

Ringrazio le mie compagne in particolare Angela, Framcesco, Carmela e tutti altri. Grazie di esistere questa casetta, grazie al Presidente.

Paolina A. Montemiletto (AV)
 
 
Napoli, 5.8.2015
 

E’ nei momenti di sconforto che l’uomo coglie la grandezza delle piccole cose, la forza che ti può donare un gesto di conforto, il valore di un sorriso sincero e disinteressato.

“La Casetta”, un luogo di pace, vicino al “TO CUORE” ed isolato dal resto del mondo, dove ho avuto il piacere di incontare persone che mi hanno fatto cogliere una volta di più ciò che è il valore della vita, ciò che dovrebbe essere sempre il senso della vita!

Un sorriso, una parola, condividere angoscia, preoccupazione e dolore, provando domani ad essere un poco più forti di ieri!

Non credo che potrò mai dimenticare questi otto giorni trscorsi qui, li porterò sempre con me, come il ricordo di ognuno di voi!

Un arrivederci sincero a chi è già tornato a casa come Paolo e Teresa ed una preghiera accorata per Cwrmela, Angela e Donatella affinchè possiate tornare presto a casa colme di gioia come me oggi!

Non mi sono dimenticato di te Francesco, sii forte per te, per la tua dolce compagna e per Grazia, “la tua bimba speciale” hanno bisogno del tuo sostegno!

Infine, ma non per ultimo, ovviamente, un grazie di cuore a chi ha permesso e permette quotidianamente che accadono questi miracoli, il Signor Nello e tutti i volontari dell’Associazione.

Grazie di cuore.

Dario
 
 
Napoli 4.8.2015
 

Dopo 15 giorni, finalmente si torna a casa.

Durante questa permanenza è come se avessimo vissuto una doppia vita.

Una, quella dell’ospedale, con le ansie, la paura, l’angoscia, l’incertezza per il futuro.

L’altra, la CASETTA.

Non abbiamo parole per esprimere quello che abbiamo vissuto in quella dolce casetta, dove abbiamo conosciuto persone al di sopra di ogni aspettativa. Un caloroso saluto a Dario e Francesco, che possiate ritornare presto sereni nelle vostre case. Infine un saluto a colui che ha permesso tutto ciò e ci permette di superare tutti insieme periodi bui e tristi. Grazie signor Nello.

Tersa e Paolo - Forza Grazia tieni duro.

 
 
Napoli 30-7-2015
 

Sono stato ospite nella “CASETTA” per una settimana. Devo dire che questa esperienza mi ha permesso di conoscere delle persone straordinarie che mi hanno arricchito, prima di tutto come uomo e poi come medico. Ringrazio prima di tutto il Presidente, che ha voluto con tutte le sue forze costruire la “Casetta” e tutte le volontarie che dedicano parte del loro tempo ad alleviare le sofferenze degli ospiti. Un particolare pensiero ad una signora che è la veterana di questa casa, che suo malgrado, occupa ormai da due mesi e mezzo, è lei che ti accoglie con un sorriso con un caffè ed ha sempre una parola di conforto, mettendo a suo agio chiunque arrivi, a Carmela donna forte ed eccezionale auguro che presto possa tornare a casa con il suo sposo e riprendere la vita nella sua quotidianità e normalità. A tutti auguro di poter risolvere i propri problemi e presto tornare alla vita normale.

Penso che nel mio cuore resterà per sempre la settimana della “CASETTA”. Grazie a tutti.

Domenico P. –Vallo della Lucania (SA)
 
 
Napoli 28-7-2015
 

Ancora una volta ringrazio tutti per la bellissima accoglienza.

Paola - Gioi Cilento (SA)
 
 
Napoli 26-7-2015
 

Ho passato due giorni ricchi di tante cose, nel mio dolore straziante per mio figlio, ma questa casa e le persone che ci sono dentro hanno alleggerito il mio dolore. Non servono tante parole semplicemente grazie per la vostra accoglienza.

Barbara N. – Giovanni P. – Marignati (SA)

 
 
Napoli 23-7-2015
 

Anche questa volta, seppur per un periodo più breve, ho trovato una calorosa accoglienza in questa casa, dove ci sono persone davvero speciali. Un ringraziamento di vero cuore da parte mia per avermi permesso di assistere mio marito in momenti davvero difficili.

Vi porteremo sempre nel cuore.

Erminia V. – San Giorgio del Sannio (BN)
 
 
Mercoledì 22-7-2015
 

Sono un ospite di questa casa stupenda e voglio ringraziare di vero cuore il Presidente e la volontaria per questa loro iniziativa. Sono persone bellissime, speciali con un grande cuore e sono sicura che il Signore li ripagherà con la salute.

Non dimenticherò mai questa esperienza….

Grazie, Grazie, Grazie!....

(Firma illeggibile)
 
 
Napoli 23 luglio 2015
 

Grazie per l’a accoglienza e l’ospitalità.

Farò giungere la mia offerta, sul c/c postale intestato alla vostra associazione.

Distinti saluti.

Livia Maria D’A. – Amorosi (BN)
 
 
 
Napoli 16 luglio 2015
 

Sono Angela e voglio dire grazie al presidente, alle volontarie per questa splendida casa che mi ha regalato tanta serenità in un momento così triste della mia vita.

Mi ha fatto incontrare delle persone stupende che non potrò mai dimenticare dove abbiamo condiviso tanti dolori ma anche momenti di sorrisi insieme.

Grazie a tutti di cuore. Un abbraccio

Angela G. – Ceraso (SA)
 
Napoli 10 luglio 2015
 

Queste parole e il mio “grazie” vanno al president5e dell’Associazione Maria Rosaria Sifo Ronga Onlus, Sig. Nello Ronga ed alle volontarie che, con dedizione, convinzione e lavoro personale dedicano il loro volontariato al principio fondatore: - Dare sostegno ai familiari dei malati che lontano da casa vivono la malattia e la sofferenza dei loro cari. – Con un buon andamento e mantenimento della casetta.

Mai dimenticherò l’esperienza positiva vissuta nella casetta, vicino a persone che vivono i tuoi stessi momenti con le emozioni di chi soffre e spera sempre nella guarigione.

Mai avrei immaginato ai giorni nostri che potesse esistere, struttura e associazione che con impegno, solidarietà e grande cuore rivolto alla malattia, alleviano le difficoltà dei familiari dando la possibilità di essere vicini ai propri malati e mai l’avrei immaginata in una grande città del Sud.

Grazie Napoli e grazie a questa associazione.

Eufemia D.C.P. – Borgomaniero (NO)
 
 
6 luglio 2015
 

Oggi 6 luglio la famiglia M. ringrazia per l’ospitalità che abbiamo ricevuto da voi. Grazie di tutto.

Francesco M. - Rossella B. – Cirò Marina (KR)

 
 
6 aprile 2015
 

Dovevo festeggiare i 50 anni di mio marito. Festeggiare la Santa pasqua con mio figlio e la mia famiglia, invece mi trovo a Napoli al Monaldi per mio marito ma ringrazio il Signore che mi ritrovo in questa piccola casetta molto accogliente e dove ho incontrato persone molto brave che anche loro nella sofferenza hanno come me il sorriso anche se stentato da mostrarlo a tutti.

Domani me ne vado e ringrazio i volontari della casetta e il presidente e voglio fare le congratulazioni al fondatore di tutto ciò è stato proprio formidabile dovessero fare tutti come lui!!!!!

Quando tornerò al paese parlerò solo bene di9 voi!

Auguri a tutti.

Un abbraccio a tutti da Giovanna – Calabria – Isca sullo Ionio (CZ)

 
 
 
23 Marzo 2015
 

Finalmente oggi dimettono nostro figlio stiamo in questa casetta dal 29 dicembre 2014.

Grazie di cuore alle volontarie e soprattutto a colui che ha fondato questa casetta o meglio il “presidente”

Sono stati tre mesi pieni di sofferenza e tristezza ma quanto meno in questa casetta ci sentivamo come se stessimo a casa nostra.

Abbiamo conosciuto tanta gente favolosa che c’è stata molto vicina. Si perché la casetta è anche questo, uno scambio di sofferenze perché ognuno di noi aveva il suo problema a ci consolavamo a vicenda tra un pianto ed un sorriso e questa cosa mi faceva sentire meglio.

Anche nei momenti più bui e tristi in questa casetta mi sentivo serena perché ero vicino a mio figlio che aveva solo due giorni ed è arrivato qui quasi in fin di vita. Dopo una settimana ha subito un intervento, un dolore forte per noi e grazie alla casetta io mi sentivo più vicina a lui. Ora dopo questi mesi duri finalmente coroniamo il sogno di portarlo a casa nostra.

Fra quattro o cinque mesi dovremo venire per il prossimo intervento in questa casetta così accogliente e calorosa con la speranza che nostro figlio supererà tutto.

Un abbraccio forte a tutte le volontarie. GRAZIE!!!

Alessandra N. e Francesco F. – Nocera Inferiore (SA)

 
 
Napoli 19-3-2015
 

Grazie all’associazione per la fraterna accoglienza. Ottima l’ospitalità e la gentilezza della signora Wanda.

Dio vi renda meriti.

Auguri a tutte le famiglie ospitate.

Michele P. - Cosenza
 
 
Napoli 17-3-2015
 

Ringrazio il Signore che ha realizzato la casetta, con tutte le necessità che possiamo avere e con l’aiuto delle splendide signore volontarie che ci hanno fatto sentire meno la mancanza di casa nostra e ci hanno dato un amore di sollievo e ospitalità da invidiare il Nord (noi abbiamo il cuore del Sud) nella speranza di migliorare la salute di tutti i parenti dell’ospedale. Un grazie di cuore e un abbraccio particolare alla signora Giovanna e sorella.

Con gratitudine e affetto

Maria M. moglie di Erberito P. – Bellizzi (SA)

 
 
2-3-2015
 

Mille ringraziamenti per la vostra ospitalità nella casa di accoglienza.

Lucia C. – S. Giorgio Lucano (MT)
 
 
1 Marzo 2015
 

Un grazie di cuore a tutti coloro che hanno collaborato a questo progetto della Casetta, oggi io vado a casa lascio questa comoda e confortevole casetta dove ci siamo trovati bene come in famiglia, mi rende felice perché ho trovato molta umiltà e generosità da parte di tutti.

Spero di non tornarci subito, ma una malattia ha sempre il suo corso.

Voglio donare un pensiero a tutti che abiteranno “non perdete mai la fede” e speranza in una vittoria contro la malattia. Che Dio benedica il presidente e le volontarie.

Grazie.
Maria Teresa M. – S. Giorgio Lucano (MT)

P.S. Ho deciso di donare il 5x1000 all’associazione

 
 
13-1-2015
 

Siamo in questa casetta da un mese, per una situazione al cuore abbastanza delicata e abitando molto lontano da Napoli, cioè in Calabria, nella provincia di Crotone, non essendoci alcune strutture adeguate a problematiche di bimbi cardiopatici, ogni qual volta c’è bisogno, dobbiamo venire all’ospedale Monaldi e grazie a voi poter usufruire di questa “speciale casetta benedetta da Dio”, perché nonostante il buio intorno a noi, qui ci sentiamo come se fossimo a casa nostra! Circondati dall’affetto del signor presidente e da voi volontarie, che ringraziamo di cuore per il vostro grande appoggio e il vostro sostegno!

Che Dio sia con voi sempre, benedicendovi grandiosamente.

Eva G. e Maria C. – Scandale (KR)
 
 
13-1-2015
 

Arrivo da Milano, l’accoglienza in questa casetta è stata meravigliosa, il clima sereno, il poter scambiare quattro parole con chi condivide questi momenti, l’avere a disposizione tutto quello di cui si ha bisogno.

Va un grandioso elogio a tutti i volontari che con grande impegno sostengono questa nobile causa, per aiutare tutti quelli che vivono un momento difficile. Grazie.

Maria Grazia C. - Milano
 
 
19-12-2014

Grazie, mille volte grazie.

Questa casetta è stata una benedizione per me.

Che Dio vi protegga per sempre a tutti voi volontari, direttore responsabile.

Lascio questo piccolo contributo, grazie ancora di vero cuore.

Per l’occasione delle festività Natalizie formulo a tutti i migliori auguri.

Raffaela G. –Marcianise (CE)
 
 
25-12-2014

Oggi Natale è stata un’accoglienza così genuina da dire grazie con il cuore. Per mia mamma è un’oppotunità grandissima.

Grazie e auguri.

Per il Presidente e volontarie.

San Giorgio Lupano (MT)
 
 
 
13-11-2014

Un grazie di cuore per le due notti trascorse in questa casetta, dove ho trovato cortesia, calore e solidarietà.

Le dono un contributo per le spese sostenute e mi impegno per tutta la vita a versare ogni anno il 5 x mille sul codice fiscale 94209810632.

Con affetto.

Gina P. - Benevento
 
 
Napoli 31-10-2014

La nostra esperienza è stata breve, siamo rimaste solo due giorni, ma abbiamo potuto comunque constatare il calore che aleggia in questa casa di accoglienza, dove convivo per periodi limitati, persone che vivono situazioni di preoccupazione e di dolore. I nostri complimenti vano ai volontari, persone gentilissime, dalle quali traspare l’amore per ciò che fanno.

Oggi Giocondo viene dimesso e noi siamo felici e Ringraziamo per la bellissima accoglienza.

Riccardo P. Vincenza Maria L. – Bellizzi (SA)

 
 
Napoli 31-10-2014

Mi chiamo Antonietta e siamo in questa casa da un po’ di tempo. Sono arrivata qui a Napoli con mille preoccupazioni, prima di tutto per la salute di mio marito e per la mia permanenza. Oggi sono più serena perché mio marito sta meglio e io in questa casetta ho trovato persone gentili, amorevoli che mi hanno aiutato a superare le mie preoccupazioni. Sono stata benissimo, la casetta è bellissima accogliente, ho trovato il calore di cui hanno bisogno le persone che si trivano in difficoltà. Anche in ospedale mio marito ha trovato tanta disponibilità e professionalità, è stato curato e trattato benissimo.

GRAZIE a tutti.

Antonietta P. – Lorenzo F. – Battipaglia (SA)

 
 
30-10-2014

Non bastano le parole per dimostrare la gratitudine di aver ricevuto un conforto in un momento così buio della propria vita, in giorni di paura e sconforto questa casetta ci ha permesso di stare vicino al nostro Luca, di aiutarlo e stargli affianco, di confortarlo e dimostrargli tutto il nostro amore.

Tutto questo è stato permesso da VOI che avete creato questo angolo di Paradiso che sembra essere immune dalla tristezza tipica degli ospedali.

Non bastano le parole per dire quanto il vostro operato, al pari di quella dei medici, sia importante nel sostegno psicologico dei ricoverati e dei loro parenti.

Oggi Luca viene dimesso e può tornare a casa e io riesco solo a dirvi un immenso GRAZIE.

Luana M.- R. Lidia – Salerno
 
 
30-10-2014

In questi giorni trascorsi a napoli ho sperimentato il senso di accoglienza di questa casetta che nella sua semplicità offre un grandissimo aiuto a chi vive un momento di difficoltà.

E grazie ad essa la vita di tanti ha un sollievo nel nome di Maria Rosaria.

Con affetto.

Rita P. – Rossano (CS)
 
 
Napoli 2-10-2014

Carisimi Presidente e volontarie, in questa casetta abbiamo trovato Da parte vostra una caldissima accoglienza. Ci siamo sentiti in famiglia, incontrando bravissime persone. Quest’opera che avete fatto e continuate a fare permettendo ai familiari di stare vicino ai propri cari è qualcosa di grandioso e stupendo, aiutare il prossimo così non è da tutti, ma solo di chi ha un cuore grande e pieno di amore, vi meritate tutto il bene di questo mondo.

Il Signore vi benedica e vi aiuti. Siete sempre nel nostro cuore, vi abbracciamo con tanto affetto. GRAZIE.

Famiglia G. e C. – Crotone (Calabria)
 
 
Napoli 29-9-2014

Dopo 19 giorni si ritorna a casa. Ringraziamo per averci dato ospitalità in questa casetta, che dà la possibilità a tutte le persone di stare vicino ai propri familiari che ne hanno bisogno, nello stesso tempo abbiamo conosciuto le volontarie che fanno parte di questa associazione, che svolgono un lavoro particolare, un ringraziamento va al Presidente che dopo anni di attesa per la costrizione di questa casetta, è riuscito ad esaudire il suo sogno, nella sua sofferenza è riuscito a fare stare bene le persone che hanno bisogno!!!

P.S. Un bacio ed un abbraccio particolare alle volontarie: Sig. Giovanna, Sig. Lucia, Sig. Amalia.

Grazie alle giornate passate insieme, e alle lunghe chiacchierate!!!

Famiglia M.- Cotronei – KR (Calabria)
 
 
19-9-2014

(Scritto in inglese) –

Nadja ;M. – Russia
 
 
9-9-2014

Un grazie a tutti per l’ospitalità.

Il Signore benedica l’operato di tutti.

Rosalia d. e la sua mamma Dina – Sapri
 
 
3-9-2014

Siamo grati verso le persone che hanno creduto e realizzato questa bellissima casetta per dare ospitalità e conforto ai familiari dei ricoverati costretti a vivere giornalmente momenti di angoscia e momenti di paura per il decorso della malattia dei propri cari qui ricoverati.

Un grazie di vero cuore al Presidente ed alle volontarie. Ci avete accolti con tanta premura ed amore, ve ne siamo grati ed il Buon Dio continui a benedire voi e l’opera che state portando avanti quale “Associazione Maria Rosaria”. GRAZIE GRAZIE GRAZIE

Francesco A. e M. Giulia della Basilicata

 
 
7 Agosto 2014

Quando dopo una lunga attesa nasce tuo figlio e all’improvviso ti trovi di fronte a guai di salute da affrontare, appena nato, ti senti così piccolo che davvero non sai come fare.

Allora cerchi conforto qua e là, cercando di rimanere lucido pensando dove e come affrontare le cure per tuo figlio.

Qui a Napoli al Monaldi, ho ricevuto tutto quello che mi aspettavo, le cure adatte a mio figlio, dei medici e di quelle amorevoli delle infermiere, UNA SANITA’ COSI’ CO VORREBBE OVUNQUE.. e poi come farei a non essere riconoscente per tutta la mia vita al Presidente Nello, Amalia, Adriana e Silvana, per come qui sono stato accolto, in una casa piena di storie vissute che, comunque trasmette tanto amore, ti fa sentire a casa tua, alleviandoti da tanti pensieri diversi da quelli per il tuo bambino!

Grazie, meritate solo il bene di questo mondo!!!

Famiglia Gianni M. – Episcopisa (PZ)
 
 
9-7-2014

In un periodo molto difficile ci avete donato un aiuto pratico e un supporto morale non indifferente.

Grazie di vero cuore a tutti i volontari della casa di accoglienza.

Famiglia F. Angelo
 
 
18/6/2014

Non è la lunghezza del tempo a farci comprendere la generosità delle persone. Ma è quello che con il cuore riescono a comunicare. In questo paradiso di accoglienza voglio ricordare la signora Maria Rosaria che non ho avuto il piacere di conoscere personalmente, ma a chi sta facendo da tramite. Avremo sempre il nostro cuore libero per ricordarvi.

Maria Pia S.D.M. – Ischia (NA)
 
 
18/6/2014

“In profonda gratitudine e Meraviglia, dopo aver condiviso questo Spazio indefinibile… interiore ed esterno… nel cuore e presenza di chi è stato ispirato e dalla sua fonte… dagli alberi e dai suoi abitanti… dalle rose e dalla pioggia… Grazie a voi Amici che vi dedicate al Servizio e in questa Divina Armonia contribuite su tutti i piani a qualcosa di prezioso e della certezza che tale progetto possa espandersi ovunque nello stesso Spirito…

Dal cuore Saluto questa magica casetta e alle sue splendenti volontarie…” Spero di rincontrarvi ancora…

Daniela F. – Ischia (NA)
 
18/6/2014

Non è la lunghezza del tempo a farci comprendere la generosità delle persone. Ma è quello che con il cuore riescono a comunicare. In questo paradiso di accoglienza voglio ricordare la signora Maria Rosaria che non ho avuto il piacere di conoscere personalmente, ma a chi sta facendo da tramite. Avremo sempre il nostro cuore libero per ricordarvi.

Maria Pia S.D.M. – Ischia (NA)

 
 
18/6/2014

“In profonda gratitudine e Meraviglia, dopo aver condiviso questo Spazio indefinibile… interiore ed esterno… nel cuore e presenza di chi è stato ispirato e dalla sua fonte… dagli alberi e dai suoi abitanti… dalle rose e dalla pioggia… Grazie a voi Amici che vi dedicate al Servizio e in questa Divina Armonia contribuite su tutti i piani a qualcosa di prezioso e della certezza che tale progetto possa espandersi ovunque nello stesso Spirito…

Dal cuore Saluto questa magica casetta e alle sue splendenti volontarie…” Spero di rincontrarvi ancora…

Daniela F. – Ischia (NA)

 
 
 
2/06/2014
Grazie per la vostra disponibilità.
Cordiali saluti dalla famiglia B. – Lucera (FG)
 
 

Napoli 31-5-2014

Grazie di cuore per la preziosissima accoglienza.

E’ la prima volta che mi trovo a fare questa esperienza.

Un grazie va a chi ha messo su questa Casa Accoglienza perché è un grande conforto e a tutti gli operatori. Oggi pomeriggio vado via dopo 4 giorni di ospitalità che non ho trovato nelle persone che credi che ti amano.

Ho trovato più amore e affetto in questa casa a me sconosciuta che nelle persone a me conosciute. Queste casetta dovrebbero sorgere in tutti i posti di sofferenza (Ospedali) ove i familiari trovano sollievo e nel contempo affrontano con facilità il peso della sofferenza. A tutti gli ospiti che insieme a me hanno condiviso momenti difficili dico solamente che Dio non dimentica nessuno e ci aiuta durante il percorso. Il signore benedica e aiuta sempre con tanto amore a tutti gli operatori di questa Casa e alle persone che hanno bisogno di un po’ di sollievo.

Grazie. Grazie per la grande accoglienza datami che il Signore vi benedica.

Gaetano M. – (CL)

 
 
30/4/2014

Grazie per l’ospitalità ricevuta e per l’accoglienza che ci date con le parole e i gesti.

Grazie di cuore dalla famiglia L.R.

Francesca L.R. – Roccabernarda (Crotone)

 
 
28/4/2014

Ci sono momenti della vita in cui si è più deboli e vulnerabili, la vostra Casa-accoglienza riesce ad addolcire le difficoltà dando protezione e sicurezza.

Grazie infinite per quello che fate.

Filomena S. – Castelvetere sul Calore (AV)

 
 
23.3.2014

La carità è la miglior banca del Paradiso. “B.A.M. Fusco”

Grazie infinite da Ada e Cristina della Calabria
 
 

Napoli 21.03.2014

Io sono Beata, una donna tedesca, sposata dal 1979 con Lorenzo. Mio Marito viene da San lorenzello, un piccolo paese nella Provincia di Benevento, vicino Telese Terme.

Mio Marito è stato 48 anni in Germania. Con 17anni doveva lasciare il paese che ha amato moltissimo. Adesso siamo trasferiti per sempre a San Lorenzello. Prendiamo tutti e due la pensione tedesca. E così si può vivere tranquilla. …*una nota.

Adesso si hanno operato mio marito al cuore. Abbiamo saputo già anni: un giorno si doveva operare!

Così mi ho trovato in questa “Casetta” perché volevo stare vicino da lui.

Per me è stato – anche se davano i pensieri – un tempo bello. Qui stai con gente gentilissimi e io mi ho trovato come a casa nostra.

Questa Casetta è un cosa bellissima.

Oggi, il compleanno del nostro figlio Claudio. Lui vive in Germania, ritorniamo a San Lorenzello.

Io dico: GRAZIE dal cuore. Dio vi benedica sempre.
Ciao

PS. Spero che ho fatto la traduzione Giusto e mi avete capito!

Beate W. – San Lorenzello (BN)

N.B. Il commento è stato scritto dall’ospite in tedesco e tradotto dalla stessa in italiano

 
 

Napoli 28-2-2014

Domani dopo tante sofferenze e calvario torniamo a casa. Mio marito ha avuto il trapianto di cuore il 14-2-2014, ringrazio l’equipe medica del dottore Ciro Maiello gli infermieri e tutti. Noi non abbiamo mai perso le speranze e le volontarie lo sanno perché mi hanno molto aiutata nel mio percorso. Un abbraccio forte a tutti loro dal profondo del cuore. Non abbandonare mai la speranza e la fede, molta fede è l’unica in questi momenti che ti fa andare avanti.

L’intervento è andato bene e anche il suo percorso sta andando bene.

Dovremo venire per controlli etc… ma lo facciamo con il sorriso adesso non più con la paura. Sperando che torneremo finalmente alla vita quotidiana.

Grazie di nuovo alla volontarie, in particolare la Sig. Amalia e il presidente.

Con affetto.
 Michelina e suo marito Francesco - Gizzeria (CZ)
 
 
 

Napoli, 27 febbraio 2014

Finalmente si torna a casa!

Dopo la degenza di mio marito Paolo che ha subito un intervento molto delicato, mia figlia Gina ed io possiamo tirare un fiato di sospiro.

Vogliamo ringraziare tutta l’Associazione per l’ospitalità che ci ha concesso e che Dio accompagni tutte le volontarie che operano a fin di bene. Un saluto particolare alla Sig. Amalia e alla Sig. Wanda che abbiamo avuto il piacere di conoscere.

Un abbraccio particolare alle nostra “compagne di avventura” e che il Signore faccia tornare al più presto tutti alle loro case.

Saluti.

Serafina D.V. – Luigina B. – S. Giovanni in Fiore (FG)

 
 
 
18-2-2014

Grazie di cuore per l’accoglienza, la gentilezza e per l’elevata umanizzazione che vi caratterizza.

Con affetto.

Famiglia D.P. – Eboli (SA)

 
 
 
 
 
 
 
 
Napoli febbraio 2014

Per la prima volta nella mia vita sono venuta a Napoli, ho conosciuto delle belle persone molto solidali che fanno parte di una Associazione e danno ospitalità in una casetta di legno (Bellissima) immersa nel verde.

Domani 5 febbraio i medici hanno detto che posso andare via con mio marito. Mi trovo qua per qualche problemino sulla sua salute, sperando che qualunque cosa possa essere curabile.

Vi ringrazio di cuore per l’ospitalità che date a tutti quelli che vengono da fuori, il Signore vi ricompenserà (perché nulla è perduto agli occhi di Dio).

Dio vi benedica e vi protegga sempre.
Con profonda ammirazione.
GRAZIE…………………..

Antonia R. – Poggiardo (LE)

 
 
Grazie per l’ospitalità ricevuta.

Rosalia e Lucia M. – Castellamare di Stabia (NA)

 
 

Napoli 31/1/2014

E’ la prima volta che mi trovo a fare questa esperienza, nel grande problema di mio marito spero risolto, mi sono trovata in questa splendida città come lo sono tutte le persone che ho incontrato gentili e disponibili, grazie dell’ospitalità ricevuta, vi ricorderò con affetto e tenerezza, mi sono sentita a casa, che il Signore vi benedica e faccia crescere questo grande progetto, grazie ancora.

Anna D’A.- Frisa (CH)

 
 
 
 
 
 
 

Gent.mo Presidente,

è terminato il periodo di permanenza presso la struttura.

Siamo stati accolti e coccolati come non avremmo mai sperato. Tutti dagli ospiti ai volontari, si sono comportati con enorme rispetto per la situazione e per il dolore che generava. Oltre alla professionalità abbiamo apprezzato l’umanità degli attori in campo.

Non bastano le parole per esprimere la nostra gratitudine, rimane, però la certezza che in un momento di difficoltà abbiamo avvertito intorno a noi il calore di una famiglia.

Grazie.

P.S. Bacioni a abrracci in particolare a Silvana, Amalia e Adriana.

Senza data e senza firma

 
 
 

Napoli, 23.10.2013

 

Grazie di cuore… grazie per aver alleviato disagi e sofferenze in un momento così difficile della mia vita. Avete fatto una cosa meravigliosa con la casetta e vi ricorderò sempre con grande affetto, senza di voi mi sarei sentita sola. Spero che continuiate sempre così affinchè i malati e familiari trovino in voi il conforto che avete dato a me… un grazie particolare anche a tutti gli ospiti che ho avuto la fortuna di conoscere nella casa, mi hanno arricchito… anche se non ci conosciamo da tanto, abbiamo condiviso la stessa pena, la stessa gioia, gli stessi dolori e la stessa speranza di tornare presto a casa, noi Che da lontano arriviamo e condividiamo in fondo la nostra vita anche solo per un breve periodo. Grazie a chi ho incontrato per un giorno, chi per tutto il tempo dell’avventura qui a Napoli, chi ho incontrato solo con un sorriso o uno sguardo tra un turno e l’altro in ospedale e a chi ha dormito con me nella stanzetta 7. Siete speciali e resterete sempre nel mio cuore…

Ilaria N. – Cosenza

 
 

Napoli, 18.10.2013

 

Semplicemente fantastico… Non si può dare un giudizio perché solo Dio può… Che il Signore possa benedire tutte le persone che transitano da qui…

Vado via dopo 17 giorni con mia mamma guarita dopo due interventi al cuore. Ribadisco un posto splendido. Ringrazio chi sostiene questa struttura. E che il Signore ripaghi con lo steso amore che hanno verso gli ospiti.

Grazie di cuore.

Pasquale N. – Torino

 
 
 

Crotone, Napoli 18.10.2013

 

Mi chiamo Caterina e sono la zia di Pasquale, il bambino è stato operato al cuore e l’intervento è riuscito alla perfezione grazie ai dottori che lo hanno operato in tempo a solo un mese di vita. Ora Pasquale ha due mesi e 10 giorni e la sua famiglia gli sta molto vicino, grazie a una piacevole “casetta” nata dalla famiglia “Sifo Ronga” che è situata vicino al “Monaldi” che dà ospitalità gratuitamente. Ringrazio di cuore la signora Amalia e tutte le volontarie che sanno mandare avanti il buon nome della “casetta Maria Rosaria Sifo Ronga” E’ un bellissimo progetto nato dal cuore di chi veramente ha creduto in questa casa di accoglienza dove la vita ti chiama ad affrontare delle situazioni difficili lontani Km da casa.

Volevo donarvi un piccolo gesto per esprimere la nostra gratitudine.

Vi porterò sempre nel mio cuore a tutti voi e soprattutto alle persone che ho incontrato in questi 15 giorni e vi auguro che le cose andranno sempre per il verso giusto,. Con affetto

Caterina da Crotone, la zia di Pasquale!!!

 
 
 
Un grazie di cuore alla casa e ai suoi ospiti.
Senza data

Delia D.M. Alife (CE)

 
 
21.7.2013
Grazie di tutto l’ospitalità.

Siamo stati buonissimo persone affettuoso e ottima compagnia.

Le lasciamo un pensierino per la comunità.
Grazie tanto.

Marta e Martina G. – Slovenia

 
 

Possa il Signore Gesù benedirvi del continuo per il servizio che rendete in questa casa.

Grazie di cuore.

Antonio, Angelica e il piccolo Emanuele Salvatore P.

Senza data
 
 
9.7.2013

Vi sono grata per l’ospitalità e la gentile accoglienza in questa casa. Tantissimi ringraziamenti di vero cuore e saluti.

Mafalda A. – Sperone (AV)

 
29.6.2013

Volevo solo ringraziare questa associazione per avermi permesso di non allontanarmi da mio figlio in un momento delicato e devo dire grazie ai miei coinquilini per la loro gentilezza, perché con loro sono stato bene perché parlare e conoscerci passava il tempo è stato buonissimo riguardo a questa casa.

E’ STUPENDA. Grazie.

Michele S. – Mercato S. Severino (SA)

 
 
30/11/2013

E’ la terza volta che sono ospite in questa calda casetta, spero di poterci ritornare ancora altre volte perché significa che mia sorella Mariella, potrà continuare le cure.

La speranza che le cure possono funzionare è importante, ma spesso crolliamo poi bisogna ripartire con nuova forza ed energia.

Proprio grazie all’aiuto delle persone che abbiamo incontrato nella casetta, con cui abbiamo potuto condividere le paure e il dolore è stato possibile superare giorni difficili.

L’esperienza che sto facendo in questa casa mi insegna quanto è importante la CORALITA’ perché alcuni DOLORI SI POSSONO ATTRAVERSARE SOLO CON L’AIUTO DEGLI ALTRI.

Da soli si rischia di impazzire!
Un grazie a tutti e ALLA PROSSIMA!

Roberta M. –Battipaglia (SA)

 
26/11/2013

Se qualcuno un giorno mi avesse detto che potevi perdere tuo figlio, per qualcosa che non sono stati capaci di diagnosticare, io gli avrei risposto: state scherzando?” Ho scoperto per caso che mio figlio Giuseppe di soli due mesi aveva un D.I.V., una malformazione al cuore, in cui i due ventricoli erano comunicanti.

Ho sentito il mondo sprofondare sotto i piedi, perdere ogni stimolo, sentirmi vuoto, ma qualcosa mi diceva di non perdere la speranza, di aggrapparmi ad una fievole ma intensa lucina, che si irradia su Giuseppe, volendo dire io sono qui e non ho nessuna intenzione di stare senza voi, ma uno scherzo del destino lo stava portando via, ma mio figlio è stato più forte di una deviazione sbagliata, ed ora sono qui a festeggiare ma soprattutto a condividere con voi la mia felicità, ma soprattutto a spronarvi ad avere fede e non perdere mai e poi mai la speranza, perché i nostri cari che giacciono ricoverati nei letti dei tanti ospedali d’Italia, ogni giorno scrivono e ridisegnano il proprio destino che in qualche modo gli ha posto dinanzi una prova, facile o no, non sta a me deciderlo, auguro a tutti con profonda sincerità ed affetto di gioire insieme ai propri cari, l’uscita e la guarigione riacquistata, come io ho fatto in questo giorno, potendo riabbracciare anche se virtualmente mio figlio.

Ringrazio l’intero Staff medico, dai chirurghi alle infermiere, ai vigilanti per la dedizione, l’abnegazione che ogni giorno mettono nel lavoro, ma soprattutto essere mamme e donne nelle difficoltà. Un ringraziamento speciale va all’Associazione Maria Rosaria Sifo Ronga, nelle persone che in questo periodo ho avuto il piacere di conoscere, il cui nome è Amalia. Squisita e gentile, accoglie i familiari dei ricoverati col sorriso e il calore di una mamma.

La simpatia di chi come me condivide questa casa, con cui si è creato un profondo legame di amicizia e rispetto.

E’ stato un piacere immenso conoscere tutti voi, mostrandomi una realtà che non pensavo di conoscere ed apprezzare, così, ogni giorno appieno, fino alla fine.

Domenico M. padre del piccolo Giuseppe Francesco della Prov. Di Salerno –Casal Velino

 

Napoli, 21.11.13

Mi chiamo Antama vengo dal Ghana ho 23 anni. Quando pensi che si è finita, è proprio lì che comincia la salita.

Io sono stata ospitata qua per 2 notti e 3 giorni, sono la mamma di piccolo Riduan, che è stato operato per cuore un ventricolo, per fortuna è andata bene e sono felice. Io voglio ringraziare tutte le persone sono ospiti in questa casa soprattutto le responsabili se sono stati molto bravi con noi.

E’ la prima volta che mi ospitano in questa casa e mi sono trovata molto bene con tutti, e spero di lasciare una bella ricordo a tutti voi. Ormai sono diventata la comitiva di questa casetta. Vi amo tutti e vi voglio tutti bene del mondo.

Grazie mille a tutti.

Antama, mamma di piccolo Riduan che oggi fa 8 mesi.

Grazie con cuore.

Non sono molto brava a scrivere in italiano, ho solo fatto il mio meglio.

Spero di rimanere nel vostro cuore, ancora grazie.

Antama – Ghana

 
 
 

Napoli, 21.11.3013

Scrivo per la prima volta in questo magnifico quaderno, la storia se mi concedete il termine, di una donna, che ha deciso di prendere la vita di petto e di affrontarla, non lasciandosi schiacciare da ciò che la circondava, il suo none è Anna, della provincia di Foggia, madre del piccolo Nicolas.

Nonostante la totale diffidenza di un uomo che non ha voluto riconoscere un’anima innocente, ha affrontato un lungo viaggio, per giungere nell’unica struttura in cui ha fatto richiesta. Forse in teoria, non è proprio corretto, e di questo chiedo scusa, di vedere in fondo al tunnel per sé e per il Nicolas.

E’ stata accolta nella Casa di Accoglienza Maria Rosaria Sifo Ronga, da una mamma, ha trovato l’amore e l’amicizia sincera e l’affetto di persone autentiche, tutte presenti in questo luogo per i più svariati motivi personali.

Ognuno con speranze e paure per i propri cari, ma sempre con il sorriso e una parola di conforto per tutti, facendoci forza e coraggio l’una con gli altri, diventando sempre di più che i giorni passavano molto di più di una famiglia, di congregazione, di unione spirituale.

Anche oggi che siamo nel 2013, i nostri occhi e i nostri cuori trovano il tempo di versare lacrime, affinchè queste col tempo possono diventare Terra, Fede e Stelle luccicanti nel firmamento ed indichino ad ognuno di noi, la propria strada, sapendo che a tutti è data la volontà di vivere ed essere artefici del proprio destino.

Domenico M. – Casal Velino (SA)

 
 
 
 
 

Napoli 15.11.2013 ore 01:33

Finalmente ho trovato il coraggio e la forza di scrivere qualche parola sulla mia “storia” o meglio sulla “storia” di mio Figlio Pasquale. Lui è arrivato qui al Monaldi la sera dell’otto agosto 2013 con l’elisoccorso proveniente da Crotone (Calabria) in condizioni gravi a causa di una cardiopatia congenita molto “rara”. Per me e mio marito non è stato facile accettare la diagnosi fatta al Monaldi a riguardo della cardiopatia perché non dava nessuna possibilità di sopravvivenza per mio figlio. Poi quando i giorni passavano e l’attesa dell’intervento si faceva sempre più grande, ho pregato o meglio ho chiesto al “Signore Gesù” di fare la Sua volontà perché io non ce la faccio più di vedere Pasquale soffrire così tanto, un piccolo amore di nemmeno un mese di vita sdraiato in quel lettino di ospedale con tanti Monitor collegati, che non ti davano nemmeno la possibilità di accarezzarlo. Alla fine l’intervento c’è stato: ma per capire che il miracolo è stato compiuto l’ho capito adesso, in questo momento che ho la penna in mano e che scrivo queste parole, quando tutto mi sembrava perso e impossibile, invece dopo tre mesi di sofferenze e di vero dolore domani finalmente torniamo a casa, mi sembra così strano pronunciare questa parola perché mi sento così felice ma nello stesso tempo così preoccupata di tornare a casa perchè ho paura di NON riuscire a superare gli altri ostacoli che la vita mi riserverà.

Durante questi mesi che sono stata ospite della casa accoglienza ho veramente imparato ad apprezzare l’essenza delle piccole cose, grazie anche alle persone che come me hanno sofferto per un loro caro parente (figlio, madre, sorella) ed ho capito quanto è importante volere bene agli altri perché volere bene ti dà la forza di andare avanti e di combattere, in questa vita che ti dà e che nello stesso tempo ti toglie la felicità quando nemmeno te lo aspetti. Spero con tutto il cuore che un giorno potrò ritornare a sorridere e che insieme a mio figlio Pasquale, mio marito e l’altra mia figlia ci potremo ricordare di tutto questo come un brutto sogno dal quale ancora non mi sento di essermi svegliata!!!

Un grazie di vero cuore a tutte le volontarie: Amalia, Adriana, Silvana, Wanda, Elisabetta, Giovanna e al presidente il Dott. Nello Ronga per la disponibilità e l’accoglienza che hanno dato alla mia famiglia ospitandoci in casetta.

Grazie.

Carmela, Giuseppe e il piccolo Pasquale R. - Crotone

 
 
 

Napoli, 22.6.2013

Un grazie enorme per l’ospitalità dataci. Avete reso semplice l’assistenza a mio marito nonostante un bambino piccolo, che ha riconosciuto in questa la sua casa!

Grazie di cuore per aver creato questa struttura fantastica!

Sabrina – Lecce

 
 

Napoli, 22.6.2013

Grazie della vostra caparbietà nel credere in questa lodevolissima iniziativa.

Vi sono infinitamente grata per il conforto ed il sostegno che ci avete offerto in questo nostro momento di profonda sofferenza. Tutto il bene a voi!

Monica C. e Pia P. – Sora (FR)

 
 
16..2013
Gentile direttore,

la ringrazio per la sua bontà. Per la bellissima ospitalità che ho trovato in questa casetta. Le volontarie molto gentili e generose. La saluto cordialmente e le lascio un piccolo pensiero nella cassetta.

Sono la signora della stanza n. 8.
La saluto.

P.S. Saluti, Saluti e tante grazie per la vostra ospitalità.

Rachele A. - Piombino

 
 
 
2 – 6 - 2013
 

Sono la sig. T. della stanza n. 7. Sono andata via domenica 2, volevo avvisarvi che ripasso per una piccola offerta il giorno che dimetteranno mia figlia.

Grazie per la gentile accoglienza e vi terrò sempre nel cuore.

Tiziana T. e Benedetta – Dragoni (CE)

 
 
 
 
 
 
23 – 5 -2013
 

Sono rimasta sbalordita che esiste questa realtà al Sud.

Grazie a chi ha fondato questa Casa di Accoglienza e a tutti i volontari che ne fanno parte. Per me che vivo a Paestum avere un posto dove dormire, mangiare, sentirmi a casa mia con un dolore di un figlio di 19 anni operato al polmone mi ha confortato un po’.

Grazie. Ma Grazie di Cuore.

Anna – Capaccio Scalo

 
 

22 – 5 - 2013

 

Possa il Signore Gesù benedirvi del continuo per il servizio che rendete in questa casa.

Grazie di cuore.

Antonio, Angelica ed il piccolo Emanuele Salvatore P. – Roccella Jonica (RC)

 
 
 
 

Lunedì 29 – 4 - 2013

 

Un grazie immenso a tutti coloro che gestiscono questa casetta, a tutta l’associazione, e un abbraccio immenso a coloro che ho conosciuto in questo periodo che ho trascorso nella casa.

Un augurone ad Antonio e alla sua famiglia
 

Sabatino L. – Roccamonfina CE)

 
 

26 – 4 - 2013

 

Dopo più di 40 giorni si chiude oggi questa parte della nostra vita che mai avremmo immaginato di poter vivere.

La guarigione di nostra figlia è ancora lunga ma siamo sicuri che il Signore ci sarà vicino e ci sosterrà in questo lungo viaggio come ci ha dimostrato in questi giorni, tanti giorni.

La mia “guarigione” invece quella vera, quella dell’anima, è iniziata nel momento stesso in cui ho varcato per la prima volta la porta di questa casa.

Mai avrei immaginato di trovare in questo posto tutto quello di cui in quel momento sentivo il disperato bisogno. Il calore, la serenità, la “normalità”: Il sapere di avere accanto persone che come te e forse più di te in quel momento avevano bisogno di un abbraccio o di una parola di conforto sincera e non di circostanza.

E’ strano, viviamo una vita intera circondati da persone vuote e poi in così poco tempo il Signore ci dà la possibilità di incontrarne altre che inevitabilmente ti cambiano per sempre e che sai che comunque vada continueranno a far parte della tua vita, quella vera.

In questo momento il nostro pensiero non può non essere che per Gerardo, Cistian e Francesco, per Paolo e Mario e per tutti quelli che in questo lungo periodo hanno fatto parte della nostra vita.

Per il Presidente, sig. Ronga, senza il quale tutto questo non sarebbe stato possibile, per la dolcissima Amalia che porterò sempre nel cuore per il suo sorriso vero e rassicurante, per tutte le volontarie, il nostro pensiero più grande.

Nulla accade senza un motivo e se dal nostra grande dolore abbiamo ricevuto tanto, vuol dire che non abbiamo sofferto invano.

Per sempre nel nostro cuore.

Maria, Marcello, Serena – Capri (NA)

 
 

18 – 4 – 2013

 

Io vorrei ringraziare con un forte abbraccio a tutti voi del volontariato e per il presidente che con la sua tenacia e forza di volontà contro la burocrazia è riuscito a costruire questa favolosa Casa di Accoglienza che porta a noi parenti un grande sollievo contro le nostre sofferenze. Vi ringrazio da parte dei miei figli. Mi dispiace che tutto quello che ho nel cuore non riesco ad esprimerlo. L’unica cosa che posso dirvi non ci sono parole.

Gerardo – Vallo della Lucania (SA)

 
 

Napoli 16 – 4 - 2013

 

Sono tornata in questa casa per la seconda volta, e anche in questa occasione la vostra iniziativa è stata di fondamentale importanza per me. Siamo venute da sole a Napoli, io e mia sorella, ma qui non si è mai davvero soli… dopo le ore trascorse nel reparto si torna in “casetta” e si trova sempre un sorriso, una parola da scambiare, un piatto pronto e tanto, tanto, tanto conforto da parte di gente, che come e forse più di te, sta soffrendo.

Tutto questo è merito di questa meravigliosa iniziativa… vorrei trovare parole adatte a ringraziarvi, ma non basterebbero libri.. quello che fate è indescrivibile!

Grazie a tutti voi.
Con il Cuore.

Azzurra - Lecce

 
 
 
9.4.2013
 

Un grazie di cuore per la vostra associazione, che in questo momento di dolore ci è stata molto vicina. Ci ha supportato nei momenti più tristi, accogliendoci a braccia aperte con tanta solidarietà e ci ha dato molto coraggio, stando vicino al nostro malato, che vi ringrazia anche lui immensamente.

Ancora grazie, grazie, grazie di cuore che il Signore vi accompagni sempre in questa splendida opera che allevia le tante sofferenze, che voi cercate con umanità di alleviarci.

Grazie

Fam. Vincenzo G. – Gianpaolo G. – Anna D. G. - Meta (NA)

 
 
8.4.2013
 

Grazie della vostra meravigliosa, umana e preziosa Associazione capace di sostenere il dolore e la difficoltà delle persone che sono costrette a rimanere per periodi più o meno lunghi in questo ospedale.

Con la vostra iniziativa ho potuto affrontare con maggiore coraggio e sostegno questo difficile momento delle mia vita facendomi alloggiare in un posto confortevole e con altre persone con cui dialogare e farsi coraggio, sostenendoci a vicenda.

Credo che sia la più grande opera umana, capace di fornire un prezioso contributo ai familiari degli ammalati e per questo vostro prezioso contributo io vi ringrazio enormemente, restandovi assolutamente grato e riconoscente per sempre.

E’ impossibile per me dimenticare la vostra opera umanitaria ed il vostro aiuto nell’affrontare la malattia di mio figlio. Di cuore grazie, grazie, grazie, grazie di cuore.

Paolo N. – Roma

 
 
 
 

Grazie per quello che avete e state facendo per noi. Grazie per la grande disponibilità, grazie per la sensibilità dimostrata davanti al dramma che ha colpito la mia famiglia che stiamo vivendo in questi giorni. In voi abbiamo trovato persone che, non solo hanno interpretato e capito la nostra sofferenza, ma addirittura siete stati capaci di trasformare il nostro disagio e incertezza in aiuto concreto. Le persone care ti sono vicine in momenti di bisogno e non ti abbandonano. E’ vero!!! L’aiuto dato in momenti difficili assume un valore e significato particolare. Quando colei che ti ha generato e ti ha seguito lungo tutto il cammino della tua vita senza mai abbandonarti per un solo istante, si ammala, le certezze fanno posto allo smarrimento, la luce al posto del buio, si entra in un tunnel dove ad ogni passo la luce in fondo ad esso si allontana sempre di più. Tutto diventa incubo. Voglio sperare che il mio grido di aiuto sia raccolto da qualcuno e la nostra mamma ritorni tra noi.

Grazie.

Anna e Vincenza D.N. – Corvara (PESCARA)

 
 
25.3.2013
 

Domani, 25.3.2013 finalmente mio marito esce dall’ospedale dopo 20 giorni di sofferenze e di pazienza e amore con il nostro Signore Gesù Cristo, andiamo a casa e speriamo che vada bene per noi e tutti gli ammalati che stanno in questo ospedale specialmente tanti bambini, spero che il Signore e la Madonna li faccia stare bene e li aiuti tutti.

E poi un ringraziamento ai volontari di questa casetta del centro accoglienza che il Signore aiuti tutti loro perché è una cosa molto bella di stare qua con loro e con gli altri perché è una famiglia . Vi ringrazio e vi penso sempre.

Questo è un piccolo pensiero da parte mia. Ciao.
Scusate la grafia sono emozionata.

I coniugi M. Luigi e L.C. Anna Maria- Ariano Irpino (AV)

 
 
22.2.2013
 
Oggi mio marito è strato dimesso.

Andiamo via più felici di prima perché le cose sono andate meglio del previsto.

Grazie del vostro prezioso aiuto.
Il Signore benedica la vostra opera.

Anita D.G. – Valle Saccarda (AV)

 
 
 
20.2.2013
 

Sono stata in questa casetta per un lungo mese, durante il quale ho avuto modo di capire quanto ciò di grande possa fare questa piccola casetta. Ringrazio le volontarie ed il presidente e consiglio a tutti gli ospiti come me di continuare a fare qualcosa anche dopo usciti di qui per questa meravigliosa associazione, affinchè questa grande opera umanitaria duri nel tempo.

A tutti gli ospiti che insieme a me hanno condiviso momenti difficili dico solamente grazie, senza di voi sarebbe stata troppo dura.

Rocco M. – Gioia Tauro (RC)

 
 
 
15.2.2013
 

Un ringraziamento per il vostro aiuto e per tutto ciò che fate.

Un forte abbraccio e un bacione.

Lina e Maria - Capri (NA)

 
 
 
9.2.2013
 

Siamo stati solo due giorni in questa accogliente casetta, ma sono bastati per farci capire quanto sia importante avere qualcosa su cui contare, su cui fare affidamento: voi tutti che gestite la Casa di Accoglienza..

Siete stati davvero ospitali e tutti coloro che alloggiano già da tempo hanno contribuito a rendere piacevole il soggiorno. Grazie di cuore. A voi e a questa accogliente CASETTA!

Evelina D. D. – Mario C. ed il piccolo Salvatore C. – Fontanarosa (AV)

 
 
 
8.2.2013
 

Avere una mano tesa dall’amico nei momenti difficili è di grande conforto e incoraggia a persistere con fede.

Mimmo C. (da parte sua e dei figli Giuseppe ed Alessandro) - Avellino

 
 

Siamo grati dell’ospitalità che ci avete offerto, un grazie di vero cuore per tutto.

Vi doniamo una piccola offerta in base alle nostre possibilità.

Grazie mille.

Rosalba D. S. – Saracena (CS)

 
 
 
5.2.2013
 

Che il Signore possa benedire e aiutare sempre le persone che con tanto amore aiutano coloro che hanno bisogno di un po’ di sollievo.

Grazie di tutto.

Grazia V. – Benevento

 
 
25.1.2013
 

Grazie a chi ha avuto l’idea di questa struttura che ha reso meno pesante il peso della malattia e tante grazie a chi con impegno la porta avanti collaborando, con il massimo impegno.

Un consiglio per gli inquilini avete rispetto per le cose altrui, e per gli altri al fine di crescere in società più civile e più moderna.

Grazie, Grazie, Grazie a tutti.

Giovanni D. R. – Montecalvo Irpino (AV)

 
 
23.1.2013
 

Dopi 15 giorni oggi si torna a casa… ma un pezzo del cuore resta qui, dove le angosce ed il dolore hanno trovato un po’ di sollievo. Non ci sono parole per ringraziarvi dell’accoglienza che mi avete dato, del calore che ho trovato… Con tutto il cuore GRAZIE!

Azzurra N. - Lecce

 
 
 
 
 
 
 
 
 
7/12/2012
 

Insieme a nostro Signore Gesù Cristo siete stati la luce che ha illuminato questo momento buio della nostra vita.

Grazie per la vostra opera.

Irene B. – Maria Consiglia E. – Cava dei Tirreni (SA)

 
 
 
5/12/2012
 

Grazie, grazie a chi ha messo su questa casetta che per me è stata una grande casa, qui sono sparite tutte le mie paure che avevo quando sono partita da casa, mi dicevo chissà dove vado, chissà cosa trovo, ho trovato un nido caldo e sicuro. Grazie alle volontarie per l’ospitalità e alle persone che hanno trascorso questo tempo con me, ognuno con il suo problema, ma tutti con un cuore grande.

Spero che ognuno di noi che vive in questa casetta ne abbia cura e rispetto.

Grazie.

Teresa F. – Buonvicino (CS)

 
 
 
21/11/2012
 

Breve ma significativo è stata la mia permanenza in questo luogo. Qui ho trovato un’accoglienza vera, disinteressata ed una solidarietà sincera, quasi fraterna con gli ospiti di questa piccola casa dal grande cuore.

Ringrazio tutti per l’ospitalità.

Elisabetta B. F. – Verona

 
 
 
20/11/2012
 

Dopo un anno e otto mesi sono ritornata da Telese Terme (BN) in questa casetta calda. Sono stata felice di rincontrare persone che mi hanno accolto con sincerità ed amore. Grazie ancora per l’ospitalità e di essere vicino alle sofferenze di mio marito ricoverato nella II^ Medicina. Con la speranza di ottenere sempre ospitalità in caso di bisogno ringrazio sempre il caro Presidente Sig. Nello che ricordo con piacere e tutte le volontarie dell’Associazione.

Spedirò un piccolo contributo tramite c/c postale.
Ancora grazie.

Adriana A. – Salerno

 
 
21-11-2012
 

Breve ma significativa è stata la mia permanenza in questo luogo. Qui ho trovato un’accoglienza vera, disinteressata ed una solidarietà sincera, quasi fraterna con gli ospiti di questa piccola casa dal grande cuore.

Ringrazio tutti per l’ospitalità.

Elisabetta B. - Verona

 
 
 
15-11-2012
 

Cara Casetta… come ringraziarti della calorosa accoglienza che ci hai dato?.. non potrò mai dimenticare quella notte triste con tanta pioggia, vento e lampi, le tue luci da lontano che bel calore che emanavano. Non potrò dimenticare le persone speciali che mi hai fatto incontrare le belle e sincere amicizie della casetta…. Non potrò dimenticare te dolce casetta… AMARA casetta!

Come dice una cara AMICA dalla casetta si esce con un bell’ ADDIO.. Addio di non ritorno, addio di BUONA FORTUNA.

Grazie di tutto casetta… grazie per i tuoi volontari; Grazie a Silvana per averci accolto; Grazie ad Amalia per il dolce conforto; grazie a Wanda per la sua simpatia e la sua disciplina, Grazie al presidente per questa bella idea della CARA CASETTA.

GRAZIE GRAZIE e ancora tante GRAZE perché i MIRACOLI delle volte capitano davvero… GRAZIE da tutta la mia famiglia!

Con Amore

Giuditta P. – Lusciano (CE)

 

Domani 19 novembre …….. M AUGERI un’altra M in questo grande Progetto firmato da tutti

LA PROTAGONISTA SANA E SALVA Federica P. ringrazia L’EQUIPE SUPERIORE

 
Dio

W Maria, Gesù, Padre Pio, S. Caterina, S. teresina. Padre Pippo, Beato Bartolo longo, S. Giuseppe Moscati protettore del cuore e Patrono dei Malati. S. Camillo Maria…. Opus Dei e l’equipe inferiore A., M., M.,M., M.

Il Monaldi è come un Santuario tutta questa vegetazione è stata innaffiata dalle lacrime di chi è passato di qui!

La M se allarga le ali diventa ….. e deve volare come una colomba bianca e deve portare un messaggio a tutto il Mondo

Preghiera
Rosario

10 minuti, solo 10 minuti della nostra vita rubati da tante inutili spesi …, 10 minuti per riportare la vita e salvarci l’anima da tante inutili vanità, arroganza, pedofilia, insulti agli anziani lasciati nelle mani di estranei o negli ospizi! Lei la Madonna non pretende niente solo 10 minuti della nostra vita per ridarci gli occhi del cuore.

E’ questa la vera via. E questo è il Messaggio che devo testimoniare. E’ l’anno della fede. Abbiamo il dovere di testimoniare!! Affidatevi a Loro.

Le vie del Signore sono infinite!

Tutto questo progetto ha lasciato la firma sul corpo di mia figlia.

 
(disegnini )

P.S. scusate la grafia ma vi scrive un povero medico di paese che aveva dimenticato tante cose tra le quali la bella chiara GRAFIA!!

 
Pina C.

Grazie a quel signore che ha fatto sorgere la grotta con la Madonna! Grazie Mille è una presenza bellissima! Grazie a chi ha costruito le due chiese all’interno dell’Ospedale. Non ho mai visto un Padre pio così sorridente!

E’ una madonna così bella!

Grazie! A chi ha inventato quel canto delle 9 e delle ore 18!

Ci ha accolto quel giovedì 18 ottobre con quella vocina discreta, quel suono di tromba celestiale!! GRAZIE! Grazie!

M
EVVIVA LA MAMMA
 
 
 
8-10-2012
 

Il mio primo pensiero è per la signora Maria Rosaria Sifo Ronga che sarà sempre viva nei miei ricordi, nelle mie preghiere. Ringrazio il Presidente Nello Ronga, le signore Amalia, Giovanna, Wanda e tutti coloro che mi hanno permesso di trovare un tetto sotto il quale ripararmi, un letto per riposare e principalmente una famiglia composta dalle signore Irma, Rosanna, Pinetta, Maria, Adriana, Kadija, Rosa e Salvatore.

Ricordo la notte del 28/9 quando per il presentarsi di una complicanza mio marito fu trasferito in terapia intensiva. Ricordo la mia corsa disperata alla casetta il mio picchiare sulle porte, la nostra corsa disperata all’ospedale, l’attesa fino al mattino.

Non sarei mai riuscita a sopravvivere a qual momento così difficile senza la presenza della mia famiglia. A quelli che leggono dico che nessuno può eliminare il vostro piccolo o grande dolore, ma in questa casetta sicuramente troverete sollievo. Grazie.

Marta S. – Avellino

 
 
 
 
5-10-2012
 

Difficile descrivere tutte le emozioni provate nella “casetta”.

Appena ci arrivi rimani sorpresa: i valori morali esistono!! Anche gli Angeli esistono, non hanno le ali, ma volano alto. In questa “casetta” ci sono rimasta 23 giorni. Ho conosciuto persone stupende. La solidarietà vera. Il sostegno morale. La condivisione degli affanni. La sera si faceva il bollettino medico dei nostri cari ammalati, e poi si chiacchierava un po’ per sdrammatizzare.

Mai mi sono sentita sola. Il Presidente e le volontarie sono state sempre disponibili e pronti ad aiutarmi, a guidarmi, anche solo a parlare. Mi sono sentita a casa in una città lontana 500 Km dalla mia.

Ci ho portato il mio papà in questo Ospedale. Ha subito un intervento difficile e speravo che ce la potesse fare. Oggi lo trasportiamo in un Ospedale vicino casa.

L’intervento è riuscito ma lui sta male, non si sa se ce la farà!! Avevo sperato di andare via contenta! Invece vado via angosciata! Ma il ricordo di questa “casetta” e delle persone conosciute rimarrà sempre nel mio cuore, perché in questi giorni passati qui è cambiata la mia visione della vita. Grazie a tutti.

Grazie Presidente, Amalia, Giovanna, Anna, Maria, Marta, Rosalba, Adriana.

Pinella S. – Soverato (CZ)

 
 
 
20-9/2012
 

Dopo una lunga permanenza di quasi due settimane finalmente si ritorna a casa.

Noi veniamo dalla Calabria, un piccolo paesino in provincia di Cosenza.

E’ stata un’esperienza tanto sofferente, abbiamo avuto momenti di panico, parecchio terrore, ma grazie a Dio, sembra essersi risolto tutto per il meglio.

Credo che in simili momenti non ci sia cosa più confortante di incontrare persone che con piccoli gesti condividono le tue sofferenze, e ancora di più avere la fortuna di trovare un posto così accogliente e confortevole.

Ringraziamo di vero cuore l’Associazione di volontari che ci hanno dato questa ospitalità e ha reso meno faticosa la nostra permanenza qui.

Con affetto.

Rosalba D.S. – Innocenza D.S. Filomena P. – Saracena (CS)

 
 
 
17-9/2012
 
Gentili volontarie,

è stata una bellissima esperienza di avere una casa da abitare per qualcuno che viene così lontano. Noi veniamo dall’Australia. Siamo venuti in circostanze così dolorose.

Nostra madre è così malata.
Grazie, Grazie mille per la vostra ospitalità.

Che meraviglia trovare questa “bellissima casetta”.

Il Signore benedica voi tutti per il bene che abbiamo avuto e ricevuto.

Con tanto affetto.

Eugenio, Marisa e Maria K W. – Australia (Stanza 8 e Stanza 4)

P.S. E’ una piccola offerta.
 
 
 
3-9-2012
 

Oggi lascio “la casetta”, mio padre ed io torniamo a casa!!! Mai nella vita avrei creduto di dover affrontare una sfida come la malattia di mio padre e mai avrei creduto esistesse “la solidarietà” che ho trovato qui.

Questa per me non è una casa accoglienza ma una casa di umanità e affetto.

Ringrazio voi e Salvo, Pina, Marta, Irma, Adriana, per l’affetto, il calore, la disponibilità…. Per tutto!!! Mi sono sentita al sicuro e voluta bene!!

Grazie di tutto.

Maria D.B. – Bagnoli Irpino (AV)

(P.S. Verrò a trovarvi!!!)
 
 
 
 
Famiglia G.

Domani lasciamo la casa famiglia.

Purtroppo con un grande dolore la nostra piccola Serena non ce l’ha fatta, dopo 15 giorni di ospedale la nostra bambina è volata in cielo per stare accanto a Gesù e diventare un angioletto.

Papà Lello e mamma Cinzia vogliono ringraziare tanto il signor Nello Ronga e alla sua associazione per tutto quello che ha fatto per noi, per l’accoglienza che ci ha fornito senza farci pesare mai per il buono che abbiamo trovato in questa casetta. Come la gentilezza dei volontari di una sensibilità grandissima e umanità, il confort, come i bagni, la stanza da letto, cucina, tutto curato nella massima precisione, con tutto questo la nostra sofferenza si è alleviata di molto. Io come persona che ho vissuto questa esperienza vi dico che Dio vi benedica e grazie di esistere, ve lo dico di vero cuore, vi posso giurare che il nostra contributo arriverà, è il minimo che io possa fare per una cosa così bella che si basa tutto sul prossimo e aiutare tanta gente che può avere una sfortuna di avere un figlio, un fratello, un padre o una madre con un problema di salute, come ho avuto io mia figlia con un grosso problema al cuore.

Grazie e Grazie di tutto.

Papà Lello, mamma Cinzia e un grazie dalla piccola Serena

29-6-2012
7/12/2012
 

Insieme a nostro Signore Gesù Cristo siete stati la luce che ha illuminato questo momento buio della nostra vita.

Grazie per la vostra opera.

Irene B. – Maria Consiglia E. – Cava dei Tirreni (SA)

 
 
 
5/12/2012
 

Grazie, grazie a chi ha messo su questa casetta che per me è stata una grande casa, qui sono sparite tutte le mie paure che avevo quando sono partita da casa, mi dicevo chissà dove vado, chissà cosa trovo, ho trovato un nido caldo e sicuro. Grazie alle volontarie per l’ospitalità e alle persone che hanno trascorso questo tempo con me, ognuno con il suo problema, ma tutti con un cuore grande.

Spero che ognuno di noi che vive in questa casetta ne abbia cura e rispetto.

Grazie.

Teresa F. – Buonvicino (CS)

 
 
 
21/11/2012
 

Breve ma significativo è stata la mia permanenza in questo luogo. Qui ho trovato un’accoglienza vera, disinteressata ed una solidarietà sincera, quasi fraterna con gli ospiti di questa piccola casa dal grande cuore.

Ringrazio tutti per l’ospitalità.

Elisabetta B. F. – Verona

 
 
 
20/11/2012
 

Dopo un anno e otto mesi sono ritornata da Telese Terme (BN) in questa casetta calda. Sono stata felice di rincontrare persone che mi hanno accolto con sincerità ed amore. Grazie ancora per l’ospitalità e di essere vicino alle sofferenze di mio marito ricoverato nella II^ Medicina. Con la speranza di ottenere sempre ospitalità in caso di bisogno ringrazio sempre il caro Presidente Sig. Nello che ricordo con piacere e tutte le volontarie dell’Associazione.

Spedirò un piccolo contributo tramite c/c postale.
Ancora grazie.

Adriana A. – Salerno

 
8-10-2012
 

Il mio primo pensiero è per la signora Maria Rosaria Sifo Ronga che sarà sempre viva nei miei ricordi, nelle mie preghiere. Ringrazio il Presidente Nello Ronga, le signore Amalia, Giovanna, Wanda e tutti coloro che mi hanno permesso di trovare un tetto sotto il quale ripararmi, un letto per riposare e principalmente una famiglia composta dalle signore Irma, Rosanna, Pinetta, Maria, Adriana, Kadija, Rosa e Salvatore.

Ricordo la notte del 28/9 quando per il presentarsi di una complicanza mio marito fu trasferito in terapia intensiva. Ricordo la mia corsa disperata alla casetta il mio picchiare sulle porte, la nostra corsa disperata all’ospedale, l’attesa fino al mattino.

Non sarei mai riuscita a sopravvivere a qual momento così difficile senza la presenza della mia famiglia. A quelli che leggono dico che nessuno può eliminare il vostro piccolo o grande dolore, ma in questa casetta sicuramente troverete sollievo. Grazie.

Marta S. – Avellino

 
 
5-10-2012
 

Difficile descrivere tutte le emozioni provate nella “casetta”.

Appena ci arrivi rimani sorpresa: i valori morali esistono!! Anche gli Angeli esistono, non hanno le ali, ma volano alto. In questa “casetta” ci sono rimasta 23 giorni. Ho conosciuto persone stupende. La solidarietà vera. Il sostegno morale. La condivisione degli affanni. La sera si faceva il bollettino medico dei nostri cari ammalati, e poi si chiacchierava un po’ per sdrammatizzare.

Mai mi sono sentita sola. Il Presidente e le volontarie sono state sempre disponibili e pronti ad aiutarmi, a guidarmi, anche solo a parlare. Mi sono sentita a casa in una città lontana 500 Km dalla mia.

Ci ho portato il mio papà in questo Ospedale. Ha subito un intervento difficile e speravo che ce la potesse fare. Oggi lo trasportiamo in un Ospedale vicino casa.

L’intervento è riuscito ma lui sta male, non si sa se ce la farà!! Avevo sperato di andare via contenta! Invece vado via angosciata! Ma il ricordo di questa “casetta” e delle persone conosciute rimarrà sempre nel mio cuore, perché in questi giorni passati qui è cambiata la mia visione della vita. Grazie a tutti.

Grazie Presidente, Amalia, Giovanna, Anna, Maria, Marta, Rosalba, Adriana.

Pinella S. – Soverato (CZ)

 
20-9/2012
 

Dopo una lunga permanenza di quasi due settimane finalmente si ritorna a casa.

Noi veniamo dalla Calabria, un piccolo paesino in provincia di Cosenza.

E’ stata un’esperienza tanto sofferente, abbiamo avuto momenti di panico, parecchio terrore, ma grazie a Dio, sembra essersi risolto tutto per il meglio.

Credo che in simili momenti non ci sia cosa più confortante di incontrare persone che con piccoli gesti condividono le tue sofferenze, e ancora di più avere la fortuna di trovare un posto così accogliente e confortevole.

Ringraziamo di vero cuore l’Associazione di volontari che ci hanno dato questa ospitalità e ha reso meno faticosa la nostra permanenza qui.

Con affetto.

Rosalba D.S. – Innocenza D.S. Filomena P. – Saracena (CS)

 
 
 
17-9/2012
 
Gentili volontarie,

è stata una bellissima esperienza di avere una casa da abitare per qualcuno che viene così lontano. Noi veniamo dall’Australia. Siamo venuti in circostanze così dolorose.

Nostra madre è così malata.
Grazie, Grazie mille per la vostra ospitalità.
Che meraviglia trovare questa “bellissima casetta”.

Il Signore benedica voi tutti per il bene che abbiamo avuto e ricevuto.

Con tanto affetto.

Eugenio, Marisa e Maria K W. – Australia (Stanza 8 e Stanza 4)

P.S. E’ una piccola offerta.
 
 
 
3-9-2012
 

Oggi lascio “la casetta”, mio padre ed io torniamo a casa!!! Mai nella vita avrei creduto di dover affrontare una sfida come la malattia di mio padre e mai avrei creduto esistesse “la solidarietà” che ho trovato qui.

Questa per me non è una casa accoglienza ma una casa di umanità e affetto.

Ringrazio voi e Salvo, Pina, Marta, Irma, Adriana, per l’affetto, il calore, la disponibilità…. Per tutto!!! Mi sono sentita al sicuro e voluta bene!!

Grazie di tutto.

Maria D.B. – Bagnoli Irpino (AV)

(P.S. Verrò a trovarvi!!!)
 
 
28/7/2012

Grazie di cuore per l’accoglienza che ho ricevuto e perché esiste questa associazione è molto importante per i parenti che vengono da lontano per stare con i loro cari. Un abbraccio fortissimo alle volontarie e prego per voi che il Signore vi benedica sempre. Grazie, grazie, grazie.

Domenica D.N. – Avellino

 
 
 
 
 
25/7/2012

Essere ospitata in questa casa per me è stato veramente meraviglioso.

Oggi vado via. Mio marito va lentamente migliorando.

Ho riflettuto tanto in questi giorni per me di grandi sofferenze e ho capito che esse servono per unire gli uomini e per renderci migliori. Gli ospiti presenti in questi giorni mi hanno dato un sostegno indescrivibile.

Grazie di tutto. Spero che queste iniziative continuino attraverso il contributo di tutti anche se a volte, non rispondente per motivi comprensibili, a quanto il nostro cuore vorrebbe.

Un abbraccio.

Maria S. - Avellino

 
 
 
15.6.2012

Grazie infinite per la vostra ospitalità, che Dio vi possa benedire sempre e comunque.

Rita D.S. – Teano (CE)

 
11.6.2012

Oggi ore 14:00 con il cuore pieno di gioia la Madonna ci rimanda a casa tutti e tre.

GRAZIE
Torno per i controlli a farvelo conoscere.
Siete un po’ la nostra famiglia, la nostra casa.

Umberto e Maria Rosaria D. N. - Fiumicino

 
25.5.2012

Grazie di cuore per esserci. Grazie a Dio la venuta in ospedale per mio marito non era grave ma ne abbiamo avute tante dal 2004 ad oggi, ma questo intervento sembra l’ultimo e voi con questa casetta benedetta avete reso tutto più semplice e sereno facendomi sentire a casa per essendo lontana molti Km. Grazie al sig. Nello Ronga che ho avuto l’onore di conoscere così semplice, disponibile e buono. Grazie alle volontarie Adriana e Vanda che ci hanno accolte con tanta gentilezza e sempre col sorriso. Grazie a tutte le altre volontarie non le conosco ma sono sicura che sono di aiuto a tutte le persone che vengono qui per i più diversi e purtroppo anche brutti motivi che Dio vi benedica sempre e vi ripaghi per il bene che fate, io, mia mamma che mi ha accompagnata e mio marito vi abbracciamo forte.

Rossella e Mario D. - Siracusa

 
27.4.12

Nel ringraziarvi per la vostra ospitalità vi lasciamo un piccolo pensiero grazie mille e arrivederci dalla famiglia P. ed in particolare dalla piccola Chiara.

 
25.4.12

Grazie per tutto e grazie a Dio che sparge angeli sulla terra come voi.

Angela D.S. – Simone O. - Avellino

 
27.04.12

Nel ringraziarvi per la vostra cordiale ospitalità vi lasciamo un piccolo pensiero grazie mille e arrivederci dalla famiglia P. ed in particolare dalla piccola Chiara.

P. Pietro – Locorotondo (BA)

 
 
25.04.12

La vita ci porta a volte per vie buie e difficili, ma poi si incontrano angeli che ci ricordano e rafforzano la fede che ci riporta alla vita di luce.

Grazie per tutto e grazie a Dio che sparge angeli sulla terra come voi.

Angela D. S. – Simone O. – Mirabella Eclano (AV)

 
 
19.04.12

Grazie per la vostra gentilezza, per noi questa casa era un grande favore, perché siamo venuti da lontano a Firenze e ci siamo trovati molto bene qui da voi. Noi ci ricordiamo sempre il vostro aiuto. Grazie con tutto il nostro cuore.

Valmira, Milkjor, Davide e Emanuele K. – Agliano (PT)

 
16.04.12

La casa di accoglienza Sifo Maria Rosaria è una meravigliosa realtà all’interno di un'altra realtà meravigliosa l’Ospadale Monaldi.

Grazie per la gentilezza, l’affetto e la solidarietà.
Con affetto.

Girolamo G. – Patti (ME)

 
08.04.12
UNA BENEDIZIONE DEL CIELO QUESTA CASETTA!

Non finirò mai di ringraziare il Signore che ha fatto fare la casa qui, una benedizione!!!

Un sollievo dal punto di vista monetario, mi ha dato la possibilità di fare i miei soliti controlli in maniera più tranquilla e serena.

Suggerimento: la gestione della casa non potrebbe andare meglio, e per come la casa è gestita da volontari, senza alcuna retribuzione, penso che non potrei avere niente da dire, anzi, solo farvi una confidenza, l’unico problema, almeno nel mio caso, e se ci fosse la possibilità, in visita di controlli ed esami prestabiliti, poter “prenotare” o trovare uno spazio per poter arrivare con la sicurezza, e anche se arrivo a Napoli dopo le 13.

Complimenti e grazie ancora.

Lucia P. Matera – Emanuele G. – Felino (Parma)

 
01.04.12

La vostra ospitalità e solidarietà ha sicuramente sollevato il momento difficile che ha vissuto la mia famiglia per l’intervento chirurgico al cuoricino della piccola Myriam.

Nel ringraziarvi di cuore, voglio esprimervi la mia grande stima e riconoscenza. Sono convinto, infatti, che la vostra associazione personifichi a pieno la vera carità cristiana.

Con affetto.

Raffaele T. – Venosa (PZ)

 
 
01.03.12
Gentilissima Signora Amalia,

purtroppo gli eventi non si sono svolti secondo il nostro volere. Mio marito da stanotte non c’è più, per cui la mia permanenza nella casa finisce oggi. La ringrazio con tutto il cuore per quello che ha fatto per me e per la mia famiglia e… CONTINUATE COSI’! Vi abbraccio.

P.S. Le chiavi della camera le lascio nella………!

Carolina I. e famiglia – Eboli (SA) 

 
 

Volontarie sono dovuto rientrare a Roma per motivi di lavoro. Starò via per 2 o 3 giorni ma non ci sembrava giusto occupare la camera se ci sono altre persone che ne hanno bisogno.

Il mio bimbo è in terapia intensiva e con l’aiuto di DIO mi auguro di uscire presto. Il mio numero è …………….

Nel disagio siamo stati accolti da questa casetta come una famiglia. Appena possibile passo a salutarvi perché mi sembra doveroso e corretto.

GRAZIE!!!

Poi se avremo bisogno e c’è posto sono sicuro di essere accolto.

P.S. Vi chiedo ancora scusa per essere andato via senza salutare ma sono stato colto alla sprovvista, vi prego di accettare la mia umile piccola offerta.

Un caloroso saluto.

Umberto e Maria Rosaria e il piccolo Giuseppe – Fiumicino (RM) 21 marzo 2012

 
 

(Al presidente per la spedizione del libro Napoli 2011)

 Ringraziandola per il gentile pensiero, auguro a questa benefica Associazione uno speciale aiuto divino perché possa crescere e prosperare a beneficio di tante persone strette dal dolore e dal bisogno.

Con riconoscenza.
Lino Minucci - Napoli
 
 

In occasione della visita del Sindaco Luigi De Magistris e dell’Assessore alle Politiche Sociali Sergio D’Angelo alla “casetta”

 
Napoli 9.3.2012

Complimenti a chi ha deciso di aprire il cuore per la solidarietà. Questa e la Napoli che amo, la città dell’accoglienza e della fratellanza.

Un esempio da imitare!
Luigi De Magistris – Sindaco di Napoli
 

Lasciate che vi ringrazi a nome di tutta la città per tutto quello che fate per l’accoglienza, la solidarietà e la capacità di aiuto alle persone che vivono momenti difficili della propria esistenza.

Sergio D’Angelo Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Napoli –

 
 

Più che la testimonianza della autorità dovremmo noi cittadini comuni divulgare questi piccoli grandi progetti per la collettività a costo zero. Complimenti. E’ uno spiraglio in un mondo dettato dall’egoismo.

Arcangelo Bove –
 

Mi sento onorato di aver avuto la possibilità di partecipare ad una così sentita iniziativa.

Architetto Gaetano Troncone - (uno degli sponsor del progetto )
 

Grande apprezzamento per un’iniziativa creata da una vera associazione di volontariato.

Grazie di cuore.
David Lebbro – Consigliere Comune di Napoli –
 
 

Napoli 29 febbraio 2012

Siamo stati ospiti di questa casetta solo qualche giorno, ringraziando il Signore la nostra piccola Anna sta bene ed oggi torna con noi a casa. Volevamo ringraziarvi della vostra disponibilità e solidarietà mostrataci.

Siete delle persone fantastiche ed il Signore vi benedica per tutto quello che fate.

Con immenso affetto e gratitudine.

Angela e Cesare – San Ferdinando di Puglia (FG)

 
 

Napoli 28 febbraio 2012

In questa casa abbiamo trovato conforto, ascolto e solidarietà. Abbiamo respirato l’aria di casa, sapori e odori domestici e un’illusione di normalità. E’ stata per noi un rifugio sicuro e un sollievo alla nostra sofferenza.

E’ un’opera alta e nobile e una lezione di civiltà.

Grazie.

Coniugi S.-V. – Palmi (RC)

 

Come sempre la vostra accoglienza è stata meravigliosa! Ci ha fatto quasi sentire a casa…

Grazie di cuore, siete speciali!

Che Dio vi benedica.

Famiglia D.M. – Ischia (NA)

 
 
31/12/11
 

Siamo state nella casetta solo pochi giorni, ma vogliamo ringraziarvi della vostra ospitalità.

Siete un’associazione fantastica e delle persone meravigliose.

Grazie di tutto.

 

Luciana D.G. – Nunzia G. – Teggiano (SA)

 
 

Napoli 17-12-11

 

Io non conosco il fondo del lungo percorso della mia sofferenza.

Io non so se mia figlia, che è tanto giovane, vivrà o morrà, ma la casetta mi ha insegnato che il dolore può ma non deve inaridire i cuori, perché sul terreno del dolore, tanto più grande è, tanto più inestinguibile è, può nascere l’immenso albero della generosità e della solidarietà.

Maria C. – Aversa

 
 
14-11-11

Mille grazie per l’ospitalità ricevuta. In momenti difficili è davvero importante avere la possibilità di rimanere accanto ai propri cari senza lo stress di doversi allontanare per la notte. Le volontarie sono state molto gentili e disponibili. La casa è accogliente. Davvero grazie di cuore.

Roberto S. – Morcone (BN)

 
11-11-2011

Voglio ringraziare l’associazione che ha costruito questa casa di accoglienza di Maria Rosaria Sifo Ronga per avermi ospitata in questa casetta.

Mi sono sentita a casa mia nonostante il dolore che avevo per mio marito Raffaele.

Ringrazio tanto la signorina Amalia.

Con affetto.

Anna C. e Raffaele A. - Pompei (NA)

 

In ricordo della CASETTA esempio terreno che “il seme morendo germoglia e nasce un frutto”.

Soprattutto sarà nelle nostre preghiere Maria Rosaria Sifo Ronga, il cui ricordo per la sua vita esemplare e il dolore per la sua morte fisica hanno ispirato i suoi familiari nella realizzazione di questa nobile opera che rende continuo onore alla sua memoria.

Un grazie di cuore va a tutti i volontari: persone Speciali che continuano ad operare nella conduzione di questa casa-famiglia offrendo un sollievo morale impagabile a chi vive il dolore per le malattie che colpiscono i propri familiari.

Grazie infinite! A tutti voi per il ricordo che ci avete regalato!

Nel prendere atto di tutto quello che avete realizzato e con quante e quali difficoltà, ci avete fatto dono di percepire che anche in momenti difficili non si è mai soli: che ci sono angeli che ci accompagnano e si prendono cura di noi.

“L’Amore è Spirito e in quanto tale non muore mai!”

1-11-11 Le sorelle Marina e Osvalda C. - Benevento

 

19- 10-2011

Vi sono immensamente grata per l’aiuto che date in queste circostanze così difficili della vita.

Con la vostra presenza alleviate il disagio della distanza, date conforto morale e materiale.

Siete come un raggio di sole che spunta tra le nuvole e scalda il corpo e il cuore quando fa freddo e c’è il buio!!! Grazie.

Antonia T. Ascea (SA) -

 
 
18-10-2011

Abbiamo ricoverato il nostro piccolo Antony il giorno 5 ottobre 2011 e non sapevamo dove andare. Poi ci hanno indicato che c’era una casetta dove ospitavano le persone che venivano da lontano e abbiamo richiesto questa stanza, siamo stati benissimo. Abbiamo conosciuto altre persone. Il giorno 6/10/2011 il mio piccolo ha avuto l’intervento è stato in terapia intensiva per 4 giorni e sono stati molto lunghi, però ci siamo dati conforto da ambo le parti, il giorno 10/10/2011 lo hanno messo in reparto e finalmente tutto è andato bene. Il giorno 18 alle ore 11 siamo andati a casa.

Ringraziamo il Presidente e tutte le volontarie per l’accoglienza che ci hanno dato.

Siamo stati una grande famiglia.

E’ una casetta bellissima.

Vito B. – Paolina P. – il piccolo Antony Pio Pasquale – Canosa di Puglia (BA)

 
 
11/10/2011

Siamo arrivati in questa casa benedetta da Dio il giorno 02-10-2011, io Patrizia con mia sorella Antonella.

Il nostro papà ha avuto un infarto mentre era in vacanza a Ischia. Impaurite, disperate dalla malattia, dal fatto che dovevamo restare sole a Napoli, ed ecco che ci parlano di questa “Casetta Gialla”. Ci accoglie prima la signora Amalia e in seguito la Anna. Qui abbiamo condiviso le gioie e le paure di tutti gli altri ospiti.

Vi ringraziamo per l’accoglienza e l’amore che ci avete dato, ma ancora di più per averci fatto ritrovare dei valori come l’amore, la fratellanza, l’umiltà e la solidarietà.

Un abbraccio e un bacio grande al sig. Nello, un piccolo uomo semplice, riservato, ma grande dentro, che dopo le sue sofferenze, ha pensato ed è riuscito ad alleviare quelle di tante persone come noi.

Napoli e i suoi napoletani non sono ciò a cui siamo abituati a sentirne parlare, da oggi sarete la nostra seconda casa. Grazie a tutti voi per quello che ci porteremo dentro nei nostri cuori di questa bellissima famiglia che si è formata per 8 giorni.

Patrizia – Antonella V. – Tivoli

 
 
10/10/2011

Siamo stati ospiti per una settimana in questa splendida casa e, nonostante la preoccupazione per mio padre ricoverato, ne usciamo indubbiamente arricchiti.

Arricchiti grazie alla cortesia, al rispetto ed alla premura con cui siamo stati accolti dai volontari dell’associazione e grazie al caldo clima di affetto familiare che si è creato con gli altri ospiti e che ci hanno sostenuto e ci ha fatto sentire membri di una grande Famiglia “temporanea”.

Il nostro ringraziamento, di cuore, va quindi al sig. Nello, alla sig.ra Anna, alla sig.ra Amalia e a tutti i volontari dell’Associazione che hanno reso possibile questa piccola “magia” e che con la loro dedizione ci rendono così orgogliosi del nostro Paese.

Grazie di cuore.

Mattia G. – Pietrina S. - Milano

 
 

6/10/2011 Vanessa e Maurizio da Barletta

Oggi 6 ottobre 2011 finalmente ritorneremo tutti e 4 a casa. La mia storia è iniziata il 19 agosto con la nascita del piccolo Davide nato a Bisceglie e trasportato d’urgenza con la nostra macchina arrivando da San Giovanni Rotondo (FG) al Monaldi con il bimbo in fin di vita. Quel giorno ad accoglierci con tanta pazienza c’era la sig. Amalia e già lei mi ha accolta con amore e comprensione.

Intanto il nostro piccolo peggiorava finchè il Dott. Caianiello ha deciso che si doveva assolutamente operare e tentare di salvargli la vita.

Io, Maurizio e Isabella Pia, mia figlia, abbiamo attraversato questo periodo con persone splendide, come questa casa diventata anche un po’ mia.

Qui sono successe cose molto belle, nonostante le nostre disgrazie e sono nate solidarietà e fratellanza e anche la mia fede nel Signore ormai persa.

Comunque ora dopo essere operato Davide un bimbo forte forte che ha valicato la porta della vita e qui con noi, 15 giorni di terapia intensiva.

Crisi, rianimazione e brutte notizie ricevute che lo davano per spacciato a soli 25 giorni di vita. La Madonnina e Gesù lo hanno preso per le manine e lo hanno riportato tra le mie braccia, quelle del papà e della sua sorellina. Grazie a tutte le volontarie che mi hanno fatto da Mamma. Vi amo e amo questa casa che sentirò per sempre mia!

Grazie a tutti coloro che sono entrati nella mia vita.

Questa esperienza, l’ennesima nei miei solo 24 anni, mi ha fatto crescere ancora di più, ora spero di essere una buona e brava mamma per i miei due figli Isabella Pia e Davide e di essere una buona moglie per il mio Maurizio.

Ancora grazie anche al sig. Ronga che è stato sempre molto gentile e discreto.

A tutti coloro che vengono e verranno in questa casa dove regnano Pace, Amore, Calore e Colore: non pretendete ciò che vi viene donato con amore, se la trattate ogni parte di essa, come se fosse casa vostra, perché questa casa è un dono inestimabile.

Un bacio a tutte le volontarie e specialmente la sig. Amalia e la Sig. Anna, rimanete sempre così e Dio ricompenserà la vostra anima e pensieri con serenità.

Da parte di Vanessa, Maurizio, Isabella Pia e Davide M. – Barletta (BA) – 6 Ottobre 2011

 

Napoli, 4 ottobre

Eravamo in luna di miele e siamo stati trasferiti d’urgenza, tramite elicottero qui al Monaldi. Mio figlio Raffaele di 2anni e mezzo, Raff per gli amici, ora sta meglio grazie ai medici e alle infermiere, in particolare ad Anna della cardiologia pediatrica.

La stessa stima vale soprattutto per le persone di straordinarie doti umane le quali hanno avuto la forza e il coraggio di realizzare questa casa di accoglienza. Ricorderò per sempre “Mario il calabrese”, ospite eccezionale della casa che purtroppo ha perduto l’adorabile figliolo Giovanni di soli 5 mesi.

A mio avviso l’intento di questo progetto è di incoraggiare tutti a riflettere autonomamente su certi aspetti della vita prendendo come esempio l’amore, lo sforzo, la forza del Sig. Ronga e di tutte le volontarie senza voler nulla in cambio.

Oserei dire: NIENTE PIU’ GUERRE, e ancora di aiutarci a vicenda, di essere felici.

Se tutto questo saprà dare il suo piccolo o grande contributo nel rendere una realtà questa felicità possibile avrà conseguito pienamente il suo scopo.

Un saluto da Roma. Grazie Napoli

Daniele C. Raff e Mary - ROMA

 
20.9.11

Arrivo al Monaldi dalla Sardegna.

Oggi 04/10/11 Grande Giorno, lasciamo la struttura di Cardiochirurgia Padiatrica con grande soddisfazione per tutto ciò che abbiamo visto e constatato con mano. Il piccolo Leonardo, la mamma, il babbo ringraziano responsabili e volontari della casa di accoglienza per la gentilezza e umanità offerta.

Questa meravigliosa Casetta insegna tanto tanto tanto uguaglianza, amore, carità, fratellanza.

Rimarrà sempre nei nostri cuori la scomparsa e il dolore. Dolore del piccolo Giovanni L.

Un saluto a tutti di cuore da

Leonardo, Rosalba, Antonio P. - Sassari – 20 settembre 2011

 
 

20 settembre

Giorni fa sono finite tutte le mie speranze, le mie illusioni, dopo che i medici mi hanno detto che per mio padre la vita finisce qui!!! Ma so che c’è un’altra vita lassù vicino a Dio e so che mio padre starà meglio.

Qua finisce la nostra avventura tra ospedali e ospedali e solo ospedali. Però in questa struttura ho avuto l’onore di conoscere persone stupende, umane, adorabili!!!

Dagli ospiti della casetta ai volontari e il sig. Nello.

Un grazie a tutti per avermi accetta e rispettata.

Il mio compito di figlia ancora non è finito!! Adesso comincia l’ATTO D’AMORE più grande, e cioè quello di stare vicino a mio padre fino il giorno in cui il Signore deciderà di chiamarselo a sé e di di accudire mia madre. Dio vi benedica a voi e gli ospiti.

Un abbraccio grande grande con affetto.

Claudia S. – Strongoli (KR)     - 20 settembre 2011

 
 

Mercoledì 14 settembre

Grazie di tutto l’amore e la pace che c’è in questa casetta, anche le persone che ho conosciuto sono eccezionali.

Grazie Signore, confido in te.

Assunta C. – Pistoia – 14 settembre 2011

 
 

Venerdì 6 settembre

Che meraviglia!

Quello che dice S. Paolo “La fede senza le opere sono niente”. E qui guardate a tutti con la fede nel cuore. La preghiera genera la pace e riposa il corpo e tutti il nostro essere.

La vera preghiera fatta con il cuore riunisce tutto il nostro essere.

La vera preghiera unifica, in modo che l’uomo si sente generato. Dio solo può generarci perché Lui che ha creato ogni parte del nostro essere con amore infinito.

Questo amore l’ho trovato qui in questa casa meravigliosa.

Un angelo che lei signor Presidente ha tanto amato, da lassù, assieme alle meraviglie del Signore pregano tanto in modo che questa realtà duri per sempre.

Auguri. Auguri.

Ringrazio lei, signor presidente, unitamente alle sue volontarie, che ricorderò tutti con simpatia.

Con affetto.

Maria G. – Palermo – 6 settembre 2011

 



Venerdì 12 agosto 2011

Sono dal 22 luglio qui da voi, ed è stato per me un onore ritornare in questa oasi di pace, anche se è la terza volta e il 5 settembre ci sarà la quarta. Ma con la dolcezza delle volontarie, l’umanità e la comprensione del sig. Nello, mi avete fatto sentire come a casa mia e mi avete dato ancora l’opportunità di stare vicino a mio padre per poterlo assistere. Dirvi grazie è troppo poco!!!! Che Dio vi protegga nel vostro cammino!! Io purtroppo non sono brava a scrivere tutto il ringraziamento, la stima che provo nei vostri confronti. Ci rivediamo alla prossima. Un abbraccio a voi tutti.

Da Claudia S. – Strongoli Marina (KR)

Vi voglio un gran bene !!!!!

 

9 agosto 2011

Sono Tiziana e voglio innanzitutto esprimervi la mia più profonda ammirazione per questa grande ed utile iniziativa. E poi, che dire, GRAZIE, semplicemente GRAZIE per aver accolto me e la mia mamma e per averci dato la possibilità di stare vicino al mio papà, trasportato d’urgenza qui al Monaldi, nella notte tra il 2/3 agosto ove gli hanno salvato la vita. Un grande grazie e una profonda ammirazione per le volontarie che ho avuto il piacere, anzi, l’onore di conoscere, il vostro è un lavoro inestimabile.

Con grande affetto e immensa gratitudine.

Tiziana A. e Gina – Sapri (SA)

 

Mercoledì 3 agosto 2011

Sono venuta dalla Svizzera Zurigo per fare visita al mio papà e per sostenere mia madre. La mia mamma stava già in questa casa di accoglienza e grazie a voi abbiamo trovato un posto dove stare vicino ai miei genitori in un momento difficile. Dio vi benedica GRAZIE DI CUORE della vostra accoglienza, di chi ha fatto questo progetto. Siamo stati molto bene anche con gli altri ospiti di questa casetta. Questa casa non la dimenticheremo mai, ci è stata veramente di grande aiuto, è stata un’esperienza che porteremo per sempre nei nostri cuori.

Grazie.

Vito e Rosa L. – Adele A. - Bari – Zurigo

 

Dal 4/7 al /2/8 2011

Da Rovigo un grandissimo grazie per la vostra ospitalità e gentilezza. Vogliamo ringraziare tutti i volontari di questa casetta. Ringraziamo il signor Ronga per la sua tenacia nel voler costruire questo bellissimo progetto per dare sostegno a tutte le persone che soffrono per i loro ammalati. Ringraziamo Amalia per averci dato delle fantastiche immaginette e preghiere e un bellissimo rosario, tra cui l’immaginetta della Madonna di Medjugorje che ho sempre portato con me, ogni volta che dovevo entrare, per trovare papà, ogni volta che dovevo pregare. Ringraziamo Giovanna per essere stata accogliente la prima volta che siamo arrivate, portando con noi la pioggia da Rovigo, e per averci portato le medicine quando ne avevamo bisogno. Un grazie mille per tutto! Vi porteremo sempre nel cuore ! Al Sud ci sono persone fantastiche e di un altruismo infinito! Anche i medici e gli infermieri.

Come consiglio a tutti i figli, soprattutto giovani, per quanto sia dura entrare in rianimazione a trovare il padre o la madre, bisogna farlo perché:

1 – è una gioia potergli stare accanto e aiutarlo dandogli forza per lottare

2 – Senza di me, papà si sarebbe lasciato morire, ma quando gli ho dato da bere, ha capito che ero lì per lui, e ha deciso di accettare tutte le cure.

Dopo l’infarto e l’arresto cardiaco, papà è stato in rianimazione 2 settimane, 1 in cardiologia, e ora sta bene e ce ne ritorniamo a casa, grazie a Dio che mi ha fatto il regalo più bello dei miei 18 anni, ma soprattutto non dimenticatevi di pregare tanto e ringraziare Dio. Un bacio da Rovigo e un saluto a tutte le persone che ho conosciuto qui in casetta, tutte FANTASTICHE!

Elisa B. e Gabriella R. – Rovigo

 

Monaldi 24-6-11

Grazie mille volte grazie per tutti noi che nel momento del dolore c’è chi ha pensato al “contorno” alle nostre piccole  esigenze che nel momento del dolore diventano importanti.
Non c’è niente che non va in questa casetta, è tutto perfetto.
Ancora grazie e che il Signore vi benedica a tutti voi.
Gerarda C. Vallata (AV)


20-6-11 Lunedì
Sono arrivata a Napoli mercoledì 9 giugno dopo aver trascorso 3 giorni in ospedale ad Avellino dove ho partorito Sofia, la mia 5^ figlia tanto desiderata, quasi come fosse la prima. Il suo cuore correva troppo, infatti all’8° mese di gravidanza ci si è accorti di questa tachicardia fetale. Il Monaldi è stato la risposta immediata ai nostri problemi, infatti dopo una  terapia tramite la ……… il cuore della bimba ricomincia a battere regolarmente. I medici quindi esclusa ogni patologia ci hanno incoraggiati e hanno promesso che appena nata la bambina sarebbe dovuta arrivare al Monadi nella prima giornata
di vita, per poter essere osservata attentamente. Così infatti è andata, purtroppo dopo la sua nascita ho potuto vederla solo per pochi minuti la mattina del 6 giugno, però ero anche molto tranquilla perché sapevo già che dopo 48 ore di convalescenza l’avrei raggiunta a Napoli, dove già sapevo esserci una casa di accoglienza. Così avrei potuto allattare la mia Sofia.  A casa mi aspettano Mattia 20 anni, Cristiano 16, Roberto 12 e Anna 9, mio marito lavorando tutto il giorno non avrebbe potuto accompagnarmi ogni giorno, quindi non trovar alloggio in questa bella casetta avrebbe potuto rappresentare per me un serio problema. E’ stato bellissimo venire al primo incontro con Sofia, la mattina del 9 la signora Giovanna gentilissima ci ha accolti e la sua  accoglienza è durata per tutto il tempo che sono rimasta nella casa, quasi ogni giorno mi ha telefonato per sapere delle condizioni di salute della bimba e mie.
Incontrare Sofia quel giorno è stata una grande emozione, subito si è attaccata al seno e finalmente abbiamo riattaccato quel cordone che l’ambulanza portandola via aveva staccato. Questa casa ora ci sta permettendo di restare legate, come è giusto che sia, quindi è molto di più di una semplice casa, è uno strumento d’amore, di serenità, di consolazione.  Quindi ringrazio tantissimo il presidente che guidato sicuramente dallo Spirito Santo ha partorito questa idea bellissima di bene comune e tutte le persone che hanno dato e danno il proprio contributo per portare avanti il progetto, che è un progetto d’amore disinteressato e non posso non pensare a quella frase della Bibbia: “Dov’è Carità e Amore lì c’è Dio”.
Cinzia F. – Ariano Irpino (AV)

 

Venerdì 10 giugno 2011

Un infinito ed immenso grazie per l’ospitalità offerta e per l’accoglienza e la vicinanza che in questi giorni di permanenza ci avete offerto.

Carmen– Maria – Gianluca– A. - Castrovillari (CS)

 

Grazie, grazie infinite per l’ospitalità. Mi sono sentita un po’ sola in questi giorni forse nella casetta non c’erano molti ospiti, perché ai miei rientri non ho mai trovato qualcuno. Mio marito oggi sarà dimesso con una diagnosi provvisoria, quindi dovremo tornare. Spero di poter essere accolta ancora una volta. Lascio un mio piccolo contributo.

Grazie ancora

30 maggio 2011 – Rosanna – S. Giovanni a Piro (SA)

 

Siamo ospiti di questa meravigliosa “casetta” dal 24 maggio (stanza n. 5)

L’intervento a cui il nostro congiunto dovrà sottoporsi, fissato per martedì 31/5 è stato rinviato a venerdì 3/6. Per tale motivo abbiamo deciso di rientrare a casa, torneremo il 2/6.

Nei prossimi giorni cercherò di mettermi in contatto con qualcuno di voi per poter tornare in questa accogliente “casetta”. Sarà mia cura, al rientro, lasciare un’offerta per ringraziarvi adeguatamente.

Baci alla sig. Anna che ci ha accolte calorosamente. Le chiavi sono nella cassetta della posta.

Con affetto.

Carmen, Maria – 27 maggio 2011 – Castrovillari (CS)

 

Ciao, sono stato molto contenta di aver visto questa casetta: Sono sicura che sarebbe stata l’ideale se ci fosse stata quando sono stata operata io, per la mia famiglia. In ogni caso, anche se sono stata solo per una notte, mi è stato utile per le mie esigenze. Dato che io vengo a fare i controlli ed è bello sapere che ho questo spazio per appoggiarmi, purtroppo per vari motivi sono andata fuori quasi senza contanti, l’unica cosa che posso lasciare in simbolo di ringraziamento e prendo c/c postale e buona giornata.

Grazie per l’ospitalità, lascio le chiavi nella posta

Lucia P. - Parma - 7 Giugno 2011

 

Vi ringraziamo di cuore per averci ospitati in questa “casetta” veramente accogliente, della vostra gentilezza e di averci fatto sentire come a casa nostra.

Nonostante il dolore,e l’angoscia per il nostro piccolo Giuseppe, ricoverato appena nato il 30 aprile 2011, siamo riusciti grazie a questa ospitalità a superare questo periodo.

Un grazie particolare al presidente “sig. Nello” che abbiamo conosciuto e a tutte le volontarie dell’associazione.

Un grazie di cuore da

Michele, Saveria e il piccolo Giuseppe C. – 11 maggio 2011 – Anzano di Puglia (FG)

 

Grazie di cuore per la vostra ospitalità e gentilezza.

Nella “casetta” ci siamo sentite in famiglia, accolte e coccolate da angeli che hanno reso possibile questo “miracolo” a Napoli. Abbiamo condiviso con tante persone dolore, angoscia e sofferenza, sostenendoci reciprocamente per superare momenti difficili. Lorenzo “ospite” del Monadi da febbraio, vi ringrazia e vi saluta con affetto. Un grazie particolare al Presidente dell’Associazione e alle volontarie che ci hanno manifestato grande solidarietà.

10 maggio 2011 – Maria, Anna Maria, Katia e Lorenzo V. - Roseto Valforte (FG)

 

Grazie a tutti della vostra ospitalità e gentilezza.

Gabriele V. - Casola Valsenio (Ravenna) – 14 aprile 2011

 

Grazie alla vostra ospitalità ho trovato più sollievo a stare vicino a mio padre. Sono stata benissimo anche con gli altri ospiti, tutta gente sofferente come me e più di me.

Spero che questa casetta possa dare accoglienza a tante persone. Un grazie speciale a voi volontarie della vostra bontà e della vostra disponibilità.

Raffaela V. - Maddaloni (Caserta) - 11 aprile 2011

 

Orario di uscita: 14.00 (Domenica)

Grazie per l’ospitalità. Il mio piccolo contributo lo troverete nella cassetta di latta nel mobile del soggiorno.

Un saluto affettuoso.

Alessandra M. – Lanciano (Chieti) – 10 Aprile 2011

 

Al Centro Accoglienza Grazie di avermi ospitato e di aver conosciuto della Brava Gente, che saluto affettuosamente.

Francesco M. – Napoli - 29 marzo 2011

 

Sono la Signora Adriana A., proveniente da Telese Terme (BN) ospitata fin dal giorno 16 in questa casetta calda. Sono stata felice per aver incontrato amici sinceri ed affettuosi.

Sempre grazie e riconoscente nell’aver conosciuto il carissimo presidente Nello Ronga, con la speranza di ottenere sempre ospitalità, in caso di bisogno avendo mio marito (Ciro P.) sempre in grave condizione, perché invalido e cardiopatico dove solo in questo ospedale Monaldi viene curato, ancora grazie anche da parte sua.

Saluti e ringraziamenti:

Adriana A. - Telese Terme (Benevento)

 

Io e mia sorella abbiamo trascorso qui solo 4 giorni e mamma 2 in più, abbastanza pochi, rispetto ad altri che sono stati qui mesi, ma sufficienti per sentire nostalgia di casa nostra e della nostra tranquilla quotidianità: sentimenti tristi causati dalla degenza prolungata del nostro papà nel reparto di cardiochirurgia e dal timore per l’esito dell’operazione alla quale ha dovuto sottoporsi.

Il Signore però non abbandona mai chi confida in lui e allora ha fatto sì che venissimo a conoscenza della vostra generosissima associazione, così tutto è diventato almeno più sostenibile: abbiamo incontrato volontari e parenti di altri degenti che ci hanno fatto sentire un po’ “a casa”, quella casa che ci è mancata tanto, per tutto ciò che può significare per una persona. Per questo vogliamo ringraziare la signora Amalia, la signora Giovanna e il sig. Nello Ronga che ci hanno accolto con uno straordinario sorriso amico e perché sono parte di quel (purtroppo) ristretto gruppo di persone pronte a dare tanto di se stesse per aiutare chi è nel bisogno. Dalla nostra città vi aiuteremo come voi avete saputo fare con noi, con la preghiera e anche in modo concreto.

Ancora un grande GRAZIE di cuore per tutto con l’augurio di continuare così per tanto tempo.

Lina, Antonietta, Maria da Teano (Caserta) 24 marzo 2011

Ci chiamiamo I. Giuseppe e G. Stefania. Siamo felici di poter ringraziare questa Associazione di Maria Rosaria Sifo Ronga di aver costruito questa accogliente casetta nella villa dell’ospedale Monaldi, per ospitare le persone che vengono da lontano per stare vicino ai propri malati.

Abbiamo apprezzato il motivo perché è stata costruita e anche l’ordine che mantenete in questa Casa famiglia.

Rimane per sempre un nostro affettuoso ringraziamento dal profondo del nostro cuore. Grazie.

Giuseppe I. - Stefania G. – 23 marzo 2011 – Petilia Policastro (Crotone)

 

Grazie a voi tutti che siete come angeli in terra…. che Dio benedica voi e questa struttura.

I. D. M. - Forio Ischia - 19 marzo 2011

 

Grazie di cuore all’associazione “Maria Rosaria Sifo Ronga” che ha costruito e gestisce questa casetta, per l’ospitalità che offrono a chi viene da lontano per restare vicino ai malati, grazie al signor Ronga e alle volontarie che gestiscono questa casetta con amore.

Elide F.– S. Elia (FR) - 16 marzo 2011

 

Un raro esempio di generosità in una società sempre più individualista. Una luce per chi è in un periodo nebuloso. Grazie.

Aurelia – Loredana da Salerno – 13 marzo 2011

 

Grazie di cuore a voi tutte per la generosità. La disponibilità, la discrezione e l’altruismo con cui svolgete quest’opera umanitaria, frutto dell’amore vero. Sono bastati pochi discorsi con alcune di voi per comprendere che siete davvero persone “speciali” che hanno saputo dare un senso vero alla vita. Gli angeli esistono davvero, perché dai vostri sorrisi e dalla vostra semplicità è facile capire che l’amore vero è quello che anche nel dolore non muore, ma si dà agli altri nel momento del bisogno.

Sarete sempre nelle mie preghiere, perché Dio possa benedire i vostri passi e darvi tanta serenità.

Anna V. - Eboli (SA) 11 marzo 2011

Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date e con questo motto che abbiamo trovato questa casa di accoglienza. Grazie a tutti voi per quello che avete costruito e che portate avanti. Grazie a voi volontari (senza di voi la struttura non funzionerebbe). Sinceramente siete stati per me una mano amica in un momento di grande difficoltà. Grazie di cuore.

Anna Maria D. S. - Sapri (SA) -9 febbraio 2011

Ancora una volta vi ringraziamo per la vostra ospitalità. Che Dio continui a benedire voi e l’opera che state portando avanti. Amalia continua a tenere quel sorriso sempre acceso, non permettere mai a nessuno di spegnerlo poiché incoraggi molte persone che tu accogli in questa casa.

Continueremo a pregare per te, il signor Ronga e tutte le volontarie affinché vi dia la forza di continuare anche se a volte si presentano avversità. Vi vogliamo Bene.

Angelica, Antonio e il piccolo Emanuele Salvatore. Roccella Ionica - 7 febbraio 2011

 

Questa casa di accoglienza è nel suo genere un miracolo per la città di Napoli, ove quasi tutto si fa per interessi privati e disgraziatamente per ignoranza di ciò che veramente vale la pena di realizzare subito. Grazie di tutto.

Luigi C. Mendicino (CS) 7 febbraio 2011

 

Mi chiamo Filomena G., purtroppo non riesco a scrivere quello che veramente penso, stamattina darò l’ultimo saluto alla mia mamma, voglio ringraziare di vero cuore a tutte le persone che in questa casetta mi sono state vicine, principalmente la signora Elisabetta e la professoressa Del Zingaro.

Grazie.

Filomena G. - Milano – 3 febbraio 2011-02-14

 

Mi chiamo Concetta, sono arrivata qui piena di speranza e tanta paura. Non credevo di arrivare a trovare tanto amore, una casa che mi accoglieva con persone volontarie e che mi hanno dato conforto e amore. Poi ringrazio per tutta la mia vita il Signore che mi ha fatto incontrare Elisabetta, è una persona speciale non la scorderò mai e tutte le altre che hanno condiviso il mio dolore con me. Ringrazio tutte infinitamente.

Abbraccio alla signora Giovanna e Anna. Con amore

Concetta C. – Cassino (FR) – 1 febbraio 2011

 

Mi chiamo Rosetta e sono arrivata qui il giorno 11.1.2011 dove ho avuto una grande accoglienza, conforto e calore dalle persone che ho trovato qui, ora ritorno in reparto con il mio piccolo Vincenzo, dopo che lui ha subito un intervento chirurgico, grazie a tutti e tanta felicità alle persone con cui ho diviso questi giorni così tristi.

Con grande affetto.

Giovanni C. – Rosetta V.– Campagna (SA) 14 gennaio 2011

 

Signora Giovanna la ringraziamo per averci ospitati così calorosamente e per averci avvisati per il bagno. Un grosso saluto anche ad Amalia e al presidente.

Siamo andati via questa mattina presto perché la visita al bambino l’hanno fatta ieri pomeriggio.

Ringraziando Dio tutto bene, ci rivedremo a febbraio. Chiediamo scusa per il misero contributo ma erano gli unici contanti che avevamo dietro – recupereremo la prossima volta. Un bacio e un calorosissimo abbraccio a tutti . Salutateci anche Elisabetta e ditele di scusarci se abbiamo chiacchierato pochissimo con lei. Per via del bambino e anche perché eravamo molto stanchi dal viaggio.

Vi abbracciamo ancora.

Antonio, Angelica e il piccola Emanuele P. – Rocella Ionica (RC)

 

Io, mia moglie Teresa ed il piccolo Stefano ce ne andiamo oggi.. dopo 24 giorni lasciamo questa “casetta” Nei giorni di sofferenza e dolore è stata davvero un porto sicuro dove almeno appoggiare membra e pensieri. Quando sono arrivato ero un uomo solo, sotto tutti i punti di vista, mio figlio in terapia intensiva, mia moglie lontana 150 Km, eppure il conforto ricevuto qua dentro mi ha aiutato ad affrontare la situazione ed andare avanti. Grazie a tutti coloro che hanno permesso la creazione di questa struttura, mi auguro che opere di volontariato come questa, siano sempre più presenti ove il dolore è fortemente percepito. Ringrazio tutti sempre ed affidatevi a Lui!!!

Ringrazio lei Maria Santissima affidatevi a lei.

Cesare G. - Matera - 12 gennaio 2011

 

Napoli 25.1.11

Come sempre sono in dovere di ringraziare tutte le volontarie e il sig. Ronga per il sostegno materiale e umano che riceviamo ogni volta che veniamo qua con il nostro bambino.

Che Dio vi renda sempre forti in ciò che state facendo, perché ciò non può che rendervi unici.

Grazie!

Salvatore, Maria e il piccolo Vincenzo S. – Terranova S.M. (RC)

P.S. Volevo lasciare un piccolo contributo ma per le visite del piccolo devo andare via presto. Provvederò mezzo Bollettino Postale

 

Assistere gli infermi credo sia uno dei più importanti precetti che proviene dalla predicazione di Gesù Cristo, se bene si interpreta il suo rivoluzionario messaggio di fratellanza universale tra tutti gli esseri viventi, creature di Dio. Ed è anche una manifestazione concreta di solidarietà, una delle principali che connotano una società civile. Io non ho il dono della fede, ma la missione di volontariato che permette il buon funzionamento di una struttura come questa “casa di accoglienza” nel parco dell’Ospedale Monaldi, qui a Napoli, apre nel mio animo ammirato e riconoscente, ampi spiragli di luce divina!

Grazie al presidente, grazie alle volontarie ed ai volontari che rendono una così alta testimonianza dell’amore per il prossimo che è certamente anche amore per Dio!.

Antonio G. - Salerno - 15 dicembre 2010

 

Un commento solo positivo e di riconoscenza per i fondatori e i volontari di questa “Casa” accogliente e piena d’amore e dono reciproco. Aver alloggiato qui ha avuto un grande significato, meno stress e più tempo da dedicare alla nostra ammalata operata al cuore visto che veniamo da Santa Maria Capua Vetere. E’ stato anche importante l’affetto di tutti gli ospiti e soprattutto il loro interessamento per le condizioni di salute della nostra mamma  Anna Maria.

Ricorderemo per sempre questa esperienza di solidarietà umana difficile da trovare altrove.

Ringraziamo tutti e auguriamo ad ognuno la protezione di Dio e di Maria in questi momenti particolari di sofferenza e tensione, che vi possano benedire e proteggere sempre da ogni male, confortarvi attraverso le persone che incontrerete qui e regalarvi infine un felice ritorno a casa.

Dr. Giovanni B. e Maria M. - S. Maria Capua V.

 

24 novembre 2010

La città di Napoli è profondamente grata ed orgogliosa per l’opera della Associazione Maria Rosaria Sifo Ronga. La casa di accoglienza presso l’ Ospedale Monaldi costituisce una iniziativa di grande coraggio di solidarietà e di amore per chi soffre:Alleviare la solitudine del malato garantendogli la vicinanza di persone di famiglia è un gesto ricco di umanità. Al Presidente dell’Associazione ed a tutti i volontari e le volontarie va la mia ammirata gratitudine.

Sono sicura che i vostri ospiti ricorderanno la bellissima e ridente “casetta” con grande affetto. Auguri di cuore per il vostro ottimo lavoro.

Rosa Iervolino Russo Sindaco di Napoli 12 novembre 2010

 

“Il Signore cammina egli stesso

Davanti a te; Egli sarà con te,

non ti lascerà e non ti abbandonerà;

non temere e non perderti d’Animo”

(Deuteronomio 31:8)

Questo è il passo biblico con cui il Signore ha comunicato con me da quando ho scoperto nel 7° mese di gravidanza, la patologia di mio figlio. Beeh devo dire che da come è avvenuto il susseguirsi di eventi dal giorno che ho scoperto la patologia ad oggi, ciò che mi ha comunicato il Signore attraverso questo passo corrisponde a verità, è una promessa che lui ha mantenuto e come sappiamo tutti e per chi ancora non lo sa, il Signore è sempre fedele, perché ogni promessa che Lui fa la mantiene sempre, anche se ad essere sincera qualche volta mi sono scoraggiata, ma siamo fatti di carne e ciò è normale che avvenga. Dovevo partorire a Bologna e avevo già sistemato e programmato tutto, ma i piani del Signore non sono i nostri piani. Albergo prenotato, visita prenotata; insomma tutto pronto per il parto che doveva avvenire tra il 15 e il 22 novembre, ma il 4 novembre partorisco a Locri nell’ospedale più vicino al mio paese e il mio piccolo deve essere subiti trasferito a Napoli, nell’ospedale V. Monaldi, con l’aereo militare. Non sapevamo dove alloggiare e il Signore ha camminato avanti a noi ancora una volta, aprendo una strada e mio marito, facendogli trovare questa casa accoglienza, in cui il presidente, una persona veramente squisita come non lo è da meno la cognata Amalia, ci ha accolti il sabato che solitamente non vengono mai alla casa. Quando mio marito mi comunicò che c’era una casa accoglienza gratuita dove era sufficiente solo un contributo non credevo ai miei occhi. Il Signore aveva trovato una sistemazione migliore di Bologna. Sono rimasta veramente colpita dell’opera che il presidente, il Signor Ronga è riuscito a fare costruendo questa casa; con il solo sostegno della cognata, della figlia e delle altre volontarie che si dedicano a questa casa tutte senza scopo di lucro, ed è incredibile come la signora Amalia accoglie e ospita ogni persona che arriva nella casa, sempre con quel sorriso dolce e pronta a sistemare la meglio ogni persona che ospita. Io parlo della signora Amalia poiché è l’unica con cui ho avuto contati nei pochi giorni che ho pernottato alla casa, visto che dopo 7 giorni mi hanno dato il posto in ospedale vicino a mio figlio. Nel contempo mio marito è potuto rimanere alla casa con gli altri coabitanti, con cui a sua volta abbiamo stretto una bellissima amicizia. Dire grazie a queste persone che ci hanno ospitato in tutti questi giorni è una parola troppo misera. però incoraggio tutti quelli che sono ospiti di contribuire economicamente, affinché quest’opera dove Dio ha messo la sua mano possa continuare a crescere negli anni futuri, affinché altri dopo di noi, possano ricevere ciò che abbiamo ricevuto noi. Che Dio Benedica e continui a Benedire il Signor Ronga, Amalia e tutte le volontarie, che contribuiscono a quest’opera. Con immensa riconoscenza.

P.S. Durante la nostra permanenza in questo luogo abbiamo avuto modo di sostenere con la preghiera persone scoraggiate, pregando per i loro ammalati, coinvolgendo i credenti della nostra chiesa locale, “Chiesa Evangelica della Riconciliazione”, sita in … e Siderno (RC), che hanno subito pregato intercedendo per queste persone ottenendo conforto e guarigione. Per chi potesse averne bisogno e desiderasse che si preghi, lasciamo qui di seguito il recapito telefonico del nostro pastore Giuseppe I. cell. 328xxxxxxx, pregheremo per voi.

Antonio e Angelica P. genitori del piccolo Emanuele Salvatore nato il 04.11.2010.

Antonio e Angelica P. – Rocella Ionica (RC) 6 – 11 novembre 2010

 

In questo mondo devastato dal vizio, dalla prepotenza, dalla violenza fisica e morale, dove i valori sono appannati è ancora possibile sperare? Sappiamo che il male non prevarrà sull’amore, ma per conseguire l’amore bisogna lottare perché sull’amore saremo misurati: Chi vive solo per se stesso non lascia traccia sulla terra, nessuno si ricorda di lui, resta un contenitore vuoto. Chi si adopera per gli altri, per il rispetto della persona, per gli affetti, crea vincoli d’amore che restano nel tempo.

Il vostro impegno è la testimonianza, in questo mondo devastato dal male è spuntato un bocciolo d’amore. Questa “casetta” è un miracolo d’amore. Sono orgoglioso di partecipare a questo evento di inaugurazione perché il contributo morale e materiale di tutti rende possibile anche altri miracoli. Grazie a chi ha reso possibile questo evento.

Giovanni A.

 

Questa mia esperienza nella casa Accoglienza vuole essere messaggio a tutte le autorità politiche e civili, affinché attraverso la mia esperienza e quella di tanti altri ci si renda veramente conto di quella che è la realtà. Bisognerebbe per un attimo chiudere gli occhi e riflettere! Chi purtroppo non vive in prima persona certe situazioni non può capire cosa significa lasciare la propria casa, la famiglia, il lavoro per stare vicino alla persona cara che sta male, trovandosi avvolte in condizioni economiche disastrose.

Siamo arrivati dalla provincia di Reggio Calabria il 28 ottobre 2010, è successo tutto all’improvviso giusto il tempo di buttare qualcosa in valigia e partire per stare vicino al nostro bambino appena nato e con una seria patologia al cuore. Onestamente alla notizia che il nostro bambino sarebbe stato portato in elicottero a Napoli si è rimasti un po’ perplessi. Oggi ringrazio Dio che mi ha fatto arrivare qui! Ovunque ho trovato gente meravigliosa e con un Gran Cuore: La casa Accoglienza appunto è stata per me e mia moglie il conforto più grande nei giorni più difficili perché persone come i volontari, il signor Ronga, presidente e realizzatore di Questa meravigliosa realtà, le persone che come me si sono trovati nella casa, hanno creato un’atmosfera familiare e solidale reciproca, impossibile definirla con semplici Parole.

GRAZIE!!!

Salvatore e Maria S. - Terranova S.M. (RC) - 11 novembre 2010

 

E’ arrivato il grande giorno, domani torno a casa, devo dire però che ho trascorso dieci giorni “insoliti”; insoliti perché il primo giorno ero da sola e un po’ malinconica nella casetta, ma poi sono arrivati altri ospiti (bravissime persone) e si è subito creata un’intesa e un’atmosfera familiare, era bello tornare dall’ospedale e trovare, come avviene in una vera famiglia quel calore umano ad aspettarti, trovare la tavola apparecchiata, la pentola che bolle, una parola di conforto, insomma mi sembrava veramente di stare a casa mia, con la mia famiglia, quindi che dire, grazie a queste persone e sottolineo bravissime con cui ho condiviso una parte della mia vita, alleggerendola di molto e con cui è nata una bella amicizia, grazie ai volontari che sono stati disponibili e pronti a venire sempre incontro e un grazie particolare al presidente che ha pensato di creare questa struttura, che serve a non far pensare e pesare troppo al perché si è qui.

Grazie a tutti.

Donata M. Avigliano (Potenza) 5 novembre 2010

 

Ne ho conosciute di brave persone, ma non “così straordinariamente speciali”, iniziando dalla signora Anna che dal primo momento mi ha fatto sentire subito a mio agio, con la sua gentilezza, la sua calorosa accoglienza, la sua umanità. Ho avuto la fortuna di conoscere anche il presidente, una persona altrettanto meravigliosa, che ha creato questa struttura a sue spese pensando a noi persone che affrontiamo un periodo non particolarmente felice.

Un semplice grazie non basta, vi porterò sempre nel mio cuore.

Un forte abbraccio a tutti.

Donata M. Avigliano (Potenza) 22 ottobre 2010

 

Grazie… Mille volte grazie, per averci ospitati in questa meravigliosa casetta, in un momento molto triste e difficile per noi. Il nostra piccolo Mattia a poche ore dalla nascita è stato trasferito qui al Monaldi in condizioni gravi, ma grazie a Dio i dottori sono riusciti a farlo migliorare, stabilizzare. Dopo undici giorni è stato operato e ora attendiamo che lui si riprenda e possa tornare a casa con noi: Ringraziamo tutti per la disponibilità, la gentilezza, le parole di conforto che ci avete donato. Vi porteremo sempre nel nostro cuore e saremo felici di raccontare a tutti la vostra grande generosità.

Grazie ancora……!

Massimiliano, Fiorella e Mattia Di M. Bellizzi (SA)

5 - 9 ottobre 2010

 

Grazie per l’ospitalità, passeremo, se possibile passeremo la prossima settimana per salutarvi.

Le altre chiavi sono nella cassetta della posta.

Vi lasciamo un piccolo pensiero per ringraziarvi di tutto!

Fiorella, Massimiliano e il piccolo Mattia Di M. Bellizzi (SA) - 9 ottobre 2010

Cara, dolce e amata casetta. Oggi al mio paese è una gran festa (San Michele Arcangelo) la figura rappresenta un angelo, e questo angelo dovrà vegliare sempre su questa casa e su tutti voi che l’avete fondata. Siamo venuti in cerca d’aiuto, e l’abbiamo trovato, questa malattia è arrivata come un masso grande che uccide, non si accetta, sono ormai otto giorni che sono qua in compagnia del mio adorato marito ci ha dato tanto, ma non siamo stati fortunati, grazie a voi che mi avete ospitato, così le sto accanto, non avremmo potuto viaggiare tutti i giorni, vengo da Sala Consilina, non potrò mai ringraziarvi, vi porterò sempre nel cuore, e quando potrò mi ricorderò, sempre di quest’Angelo (Maria Rosaria) quello che potrò vi manderò anche se siamo gente povera, che non abbiamo niente, si vive alla giornata, ma alla fine della giornata felici di quello che avevamo, purchè non fosse comparsa questa terribile malattia, mi fa paura anche nominarla. Vi prego di scusarmi, ho scritto queste parole col pianto, grazie, aspettando una speranza, forse un miracolo. Un bacio a tutti voi.

Angela L. moglie di Raffaele G. -Sala Consilina (SA) - 29 settembre 2010

Dire o scrivere Grazie serve a poco e comunque non esprime la gratitudine che due genitori si sentono in dovere di dare verso coloro i quali hanno aperto la loro casa nel momento in cui ti sentivi fragile, smarrito, spaesato. Una casa piena di confort, di fratellanza, di ascolto, di immedesimazione che non ti fa mancare nulla. Il portare fuori la spazzatura, l’innaffiare al mattino il giardino, il far la spesa ti riconduce alla normalità della tua vita facendoti scrollare di dosso, seppur per un attimo, il motivo per il quale sei a circa 500 km da casa; anche se lì, alla UTC neonatale, hai l’unica ragione della tua esistenza, quella stella che da quando è nata cinque giorni fa, ha conosciuto i suoi genitori solo per qualche attimo, riesci a sgombrare la mente dai cattivi presagi e dai nefasti pensieri, consapevole che se te stai bene e tranquillo, anche lei parallelamente starà bene.

Un’idea, una speranza, un sogno, una realtà: Questa è la casa da continuare a vivere.

Grazie sinceramente.

Ivan, Alessandra e Roberta M.– Catanzaro

 

1 settembre – 6 settembre 2010

Dopo 15 giorni trascorsi in questa meravigliosa casa di accoglienza, forse domani potrò stare vicino alla mia piccola Emily. Non torneremo a casa, ma almeno il peggio è passato, starò ancora qui nell’ospedale Monaldi. Quest’ospedale è stato uno dei migliori del sud, per quanto ci è stato detto, di aver accettato ai volontari di questa casa di poter dare agevolazioni e stare vicino alla piccola, come il nostro caso.

Sono stati giorni abbastanza difficili ma col solo pensiero di poter stare in questa casa è stato un sollievo morale Un’ottima accoglienza, nulla da poterci lamentare.

Grazie,Grazie, Grazie a tutti coloro che hanno creduto e credono ancora oggi in questo meraviglioso progetto, che hanno collaborato e collaboreranno ancora oggi, per rendere un progetto ancora più importante. Grazie per averci ospitato e spero di cuore che chiunque è stato in questa accoglienza, e ci dovrà stare (purtroppo!!!) capisca il vero significato di questo splendido progetto.

Grazie di cuore!!!

Daniela D. moglie di Raffaele P. Genitori della piccola Emily – Brienza (Potenza) 2 Settembre 2010

 

Oggi finalmente dopo 32 giorni ho avuto la notizia che domani, 28 luglio vado via!

Ringrazio tutti voi per l’amore che date a tante persone come me. Ci rivedremo presto perché anche io voglio collaborare nel mio piccolo a quello che fate. Grazie a tutti voi Angeli!!!

Antonietta C. moglie di Stefano D.S. ricoverato al Reparto di Chirurgia Generale – 27 luglio 2010

 

Con queste mie poche e povere parole vorrei esprimervi la mia immensa gratitudine per l’accoglienza che mi avete dato. Mi avete fatto sentire di essere a casa, in famiglia, circondata da persone affettuose, sincere e care. Io fino a questo momento posso dire che qui a Napoli ho incontrato solo tanti “Angeli” che mi hanno aiutato con cuore: Non lo dimenticherò mai. Grazie, grazie immensamente.

Maria C. - Ceglie Messapico – Bari – 18 luglio 2010

 

MESSAGGIO X TUTTE LE PERSONE INCONTRATE NELLA CASETTA DI ACCOGLIENZA. “Le Grandi anime si incontrano” ed io, qui a Napoli ne ho incontrate Tante! Sapevo che nel mondo ce ne sono, ma trovarne Tante, Tutte qui, è stata una meraviglia per me. In un mondo che mi sembra arido, che ha perduto i suoi valori, mi sono sentita come a casa. In questo luogo così fuori dalla realtà e dalla confusione della città, dove senti solo gli uccelli nel giardino (..e le pigne sul tetto) e dove hai la fortuna di incontrare persone generose che donano il loro tempo a noi, ti riconcili con il mondo. Ringrazio tutti per ciò che ho trovato in questa Casetta, per l’amore che si palpa in ogni angolo e in ogni pianta e per la gioia e la serenità con cui svolgete questa missione. Spero che chiunque passi di qui riuscirà a capire il senso vero della Casa e lo porterà sempre nel cuore come farò io.

Con amore Francesca, moglie di Sergio di B. di Formia (LT) 15 Luglio 2010

 

Con queste parole vogliamo ringraziare l’Associazione che ha costruito e gestisce la Casa di Accoglienza Maria Rosaria Sifo Ronga, in particolare un grazie lo meritano il Sig. Nello e le sorelle Pignataro con i quali abbiamo avuto modo di parlare spesso visto che il nostro soggiorno è stato lungo e devo dire che ci sono stati vicini giorno per giorno con la loro premura, la loro gentilezza e discrezione. Nostro figlio dopo essere stato in ospedali e aver fatto vari viaggi, in elicottero è giunto qui al Monadi in condizioni gravissime, ma proprio qui è rinato, dopo una difficile operazione al cuore è ritornato a sorridere, a giocare e soprattutto a farci notare la sua grande voglia di vivere! Non auguriamo a nessun genitore le difficoltà che abbiamo dovuto affrontare, quei “muri di gomma” dai quali tutto ci rimbalza contro e proprio per questo abbiamo deciso di aiutare per quel che possiamo tutti i genitori di bambini cardiopatici anche solo incoraggiandoli a non perdere le speranze, prendendo esempio dai volontari della Casa di Accoglienza che aiutano ogni giorno persone costrette come noi a vivere, lontano dalla propria casa e ad affrontare esperienze difficili. Nella Casetta così accogliente e così graziosa, immersa in un parco pieno di verde, di fiori colorati e simpatici merli dal becco giallo ci si sente vicini ai propri cari in tutti i sensi, qui regna la serenità, la tranquillità, la complicità fra gli ospiti e spesso nascono delle grandi amicizie, si vive così bene, con l’amore verso il prossimo da dimenticare di essere in un parco ospedaliero! Grazie di tutto!

Rossana – Francesco e il piccolo Luca C. (il nostro Piccolo Down) – Scalea (CS)

 

Cara Associazione Maria Rosaria Sifo Ronga. Vi ringrazio tantissimo per quello che avete fatto per me e per quello che fate per tutti. Un grazie speciale alla dolce affettuosa Anna.

Angela A. da Polla (SA)

 

Vi ringrazio per l’accoglienza trovata in questa casa, in momenti difficili è un sollievo sentire parole di conforto da persone speciali che ho incontrato in questo mio breve soggiorno. Un ringraziamento particolare lo faccio ad Anna, è un vero Angelo… Con affetto

Patrizia di F. – Salerno

 

DIO VI BENEDICA!! Non una ma 1000 volte per la vostra sincerità, bontà e amore con cui accogliete gli ospiti di questa “Casetta”. Ero disperata per la paura di perdere la persona con cui ho condiviso 24 anni di vita, la mia, qui ho trovato persone gentili e soprattutto umane che mi hanno dato solidarietà e affetto e una parola di conforto quando ne ho avuto bisogno, non mi avete mai e dico mai, fatto sentire sola, un grazie immenso alla signora ANNA che con la sua bontà e il suo carattere aperto e sincero mi ha fatto sentire a casa, il direttore signor NELLO per aver realizzati questa Casetta e averla resa con i suoi VOLONTARI così accogliente. Spero resti così negli anni a venire. Chiedo agli ospiti di questa struttura di TENERLA SEMPRE PULITA E ORDINATA di CURARLA CON AMORE, perché senza questa Casetta io e tanti altri come me non avrebbero saputo dove andare né a dormire e né a mangiare; la mia AVVENTURA non è ancora finita ma spero di tornare a casa presto, ma comunque vada mi sono sentita a casa mia, sono stata coccolata e ho avuto un conforto GRANDISSIMO sia dalla signora ANNA che dagli ospiti. GRAZIE TUTTI non dimenticherò mai i giorni passati qui e non dimenticherò il bene ricevuto. GRAZIE! GRAZIE! GRAZIE!

Antonella F. moglie di Donato G: di Pietrelcina (BN) – 3 luglio 2010

 

Grazie!! Per averci fatto sentire “a casa”, nonostante i momenti difficile! Immagino lo sforzo che c’è stato dietro a questa impresa. Non ho avuto ”l’onore” di conoscere l’artefice, ma ho conosciuto i volontari. Colui che l’ha realizzata, insieme a coloro che regalano il loro tempo, sono persone preziose. In quest’Italia io mi riconosco. Quella sincera, quella solidale, quella pulita, quella piena di solidarietà. E’ nel momento del bisogno che saltano fuori “gli amici” anche “sconosciuti”. Che magnifica sensazione!!! Non vi dimenticherò nei miei ricordi, né nei fatti!! C’è un’isola felice, che allevia i vostri dolori, le vostre ansie. Quest’isola si trova qui!! Buon augurio a tutti!!

Desiree G. –Ischia (NA) – 5 maggio 2010

Sono davvero grata alle persone che hanno creduto e realizzato questo bellissimo progetto: una “casa di accoglienza” per coloro i quali la vita chiama ad affrontare esperienze difficili ed inaspettata, costretti a vivere giorni di angoscia lontani chilometri dalla propria casa. Sono stato piacevolmente sorpreso dalla premura con cui tale associazione abbia reso confortevole ed attrezzata la Casetta in ogni particolare e mi auguro che la fiducia che ripongono negli ospiti possa sempre essere ricambiata con coscienza e civiltà affinché anche altri godano o nostri benefici. Un grazie a tutti, dal presidente alle volontarie, ai quali auguro di avere sempre una mente aperta e un cuore grande così come la loro “casetta”.

Giovanni S: - Grottaglie (TA) – 30 aprile 2010

 

Per sostenere la nostra associazione puoi:

donare il 5 x 1000 firmando, sul Modello CUD, 730 o Unico, nel riquadro dedicato al sostegno del volontariato, delle ONLUS, etc. e inserendo nello spazio apposito il codice fiscale 94209810632

versare un contributo sul cc postale n. 58627027.

Questa casetta è forse l'unica struttura nell'Italia Meridionale, ad essere ubicata in un parco ospedaliero, ad offrire ospitalità gratuita e ad essere gestita dal volontariato laico senza oneri per la pubblica amministrazione